Recensione · “After”, di Anna Todd

La mia ultima recensione credo risalga ai primi di giugno e francamente mi vergogno per me stessa. Oltre a sentirmi in colpa in maniera astronomica. Ma tant’è: la vita si mette sempre di traverso, raramente i miei piani vanno nel modo in cui li avevo immaginati e ho dovuto prestare attenzione totale ad altro. Ma rieccomi qui, a parlarvi del libro più brutto che ho letto quest’anno. E forse anche lo scorso anno. Vi avverto: sarò davvero cattiva e non ho intenzione di inserire citazioni (perché sceglierne una bella sarebbe davvero impossibile).
Ad ogni modo, buon venerdì, miei cari. Siete contenti che il fine settimana è arrivato?

867978882005HIG_3_227X349_exactTitolo: After
Titolo originale: After
Serie: After #1
Autrice: Anna Todd
Traduttrice: Ilaria Katerinov
Editore: Sperling & Kupfer
Anno: 2015
Pagine: 448

Acqua e sapone, ottimi voti e con un ragazzo perfetto che l’aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già segnato… Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s’imbatte in Hardin. E da allora niente è come prima.
Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. È la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova sola con lui, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo verso di lei, con un altro poi retroceda. Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c’è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l’inizio di un amore infinito?

Continua a leggere

Recensione: “Sei il mio buio sei la mia luce”, di J.A. Redmerski

‘Giorno, amici lettori! Oggi ho la mattinata libera prima delle lezioni del pomeriggio e molto probabilmente passerò un po’ di tempo a buttar giù recensioni per i prossimi giorni, visto che saranno il solito salire e scendere da treni ad orari improponibili che mi lasciano in una stato comatoso non indifferente. Ma quando arriva Natale? [Spoiler: tra meno di settantacinque giorni!]
Vi lascio la recensione di oggi, un grande, enorme meh che proprio non posso esimermi dal parlarne.
Buon inizio di settimana!
anteprima-sei-il-mio-buio-sei-la-mia-luce-di--L-Z2xjOQTitolo: Sei il mio buio sei la mia luce [TO Song of the fireflies]
Autrice: J.A. Redmerski
Traduttore: Anita Taroni
Casa editrice: Fabbri
Anno: 2014
Pagine: 304

Si può amare tanto da sentirsi mancare il fiato? Tanto da perdersi, da piangere, da urlare? Si può amare troppo? Elias e Bray sono fatti l’uno per l’altra, da sempre. Sono le metà perfette di una meravigliosa unità. Il loro amore è sbocciato una calda sera d’estate, quando erano solo due bambini, in un prato illuminato da centinaia di lucciole. Crescendo, però, la paura di soccombere a un rapporto così intenso, così esclusivo da essere quasi insopportabile, li ha allontanati l’uno dall’altra. Finché Bray non si rende conto che Elias è l’unico legame vero della sua vita, l’unica persona che può salvarla dagli abissi in cui sta per sprofondare, e decide di tornare. Di tornare da lui che, nonostante tutto, non l’ha mai dimenticata. Le cose sono finalmente perfette e la passione che hanno cercato di soffocare in tutti i modi può finalmente vivere di nuovo… Almeno fino a quando una notte fatale non cambia tutto. Bray commette un terribile errore dalle conseguenze drammatiche: potrebbe essere accusata della morte di una ragazza. Il sogno d’amore di Bray ed Elias rischia di andare in frantumi, e i due ragazzi decidono di fuggire. Insieme. Inizia così un’avventura on the road in cui il rischio di perdersi – tra alcool, droghe e incontri sbagliati – è forse più grande del pericolo da cui stanno scappando. Sono due anime in fuga. Dal passato, da se stessi, dal destino. L’unico rifugio è il loro amore, quell’amore oscuro che li può salvare o perdere. Continua a leggere