Recensione: “L’ordine della penna”, di Virginia De Winter

Dicesi “ossessione” quel pensiero che ritorna in maniera continua e tormentosa dal quale è impossibile liberarsi e al quale, bellamente, cedo senza opporre la benché minima difesa, per masochismo, assoluta mancanza di voglia di studiare e totale piacere nel farlo. Tre cose che costantemente mi riportano al mondo di Black friars, complice la scrittura della sua creatrice e personaggi così ben tratteggiati che – anche nel male – finiscono per conquistarmi e obbligarmi a comprenderli, se non proprio ad accettarli.
Oggi, neanche c’è bisogno di dirvelo, vi parlo di quel secondo volume che ho appena concluso e nel quale mi ritufferei immediatamente, se solo potessi: L’ordine della penna; al solito: proseguite a a vostro rischio e pericolo, non posso garantire l’assenza di spoiler dei due precedenti romanzi.
black-friars-l-ordine-della-penna-de-winter-fazi-248x360Titolo: L’ordine della penna
Serie: Black friars #2
Autrice: Virginia De Winter
Editore: Fazi
Anno: 2012
Pagine: 485

Altieres, una delle antiche dinastie regnanti del Vecchio Continente, si è estinta dopo la violenta morte di tutti i suoi discendenti, e a portare il nome della casata sono rimasti solo i vampiri Blackmore, creature immortali a cui regnare non è permesso. Ma qualcosa ora è cambiato: Sophia, unica erede ancora in vita, creduta morta da anni, è stata ritrovata e le già fragili dinamiche del regno sono vicine a spezzarsi una volta per tutte. Gli oscuri segreti di Altieres stanno tornando a celare ombre sulla Vecchia Capitale, fulcro del potere politico e religioso, e spettri senza volto si aggirano per le strade terrorizzando cittadini e studenti. Intanto Sophia sta imparando a conoscere la sua nuova vita. Essere una Blackmore infatti non significa solo indossare meravigliosi vestiti ed essere un giorno incoronata regina, come innocentemente credeva, ma evitare matrimoni politici e sfuggire a continui attentati alla sua vita, anche da parte degli stessi parenti. Eloise Weiss deve affrontare invece forze che nemmeno i suoi poteri possono governare. I morti non riposano più in pace nella Vecchia Capitale, disturbati nel loro eterno sonno da forze oscure e implacabili, forse collegate al ritorno dell’erede di Altieres e alle sconvolgenti verità che i vampiri Blackmore nascondono da secoli e sono ora sfuggite al loro controllo. Eloise, grazie al suo potere di dominare le forze oscure, sarà forse la chiave per riportare l’ordine là dove ormai esiste solo il caos. Continua a leggere