Graphic novel: cosa, dove e come

Da piccola, mangiavo i manga di Sailor moon come i Pan di Stelle con cui facevo (faccio) colazione: uno dopo l’altro, senza sosta, finché non rimaneva più una parola o un’immagine che non sapessi a memoria. La domenica mattina confesso che andavo a messa soltanto per poi fermarmi in cartoleria a cercarne altri. Poi ho scoperto i libri del Battello a vapore, divorate tutte le serie prima del loro tempo, con la stessa velocità con cui mi tuffo in quel che amo, e i fumetti sono passati in secondo piano. Finché quest’anno al Salone mi sono innamorata allo stand Tunué di una quantità così spropositata di volumi che sceglierne uno è stato tanto difficile quanto per un genitore dire chi sia il figlio preferito.
Ho pensato che la mia esperienza da nuova lettrice potesse aiutare chi, come me, ne era a digiuno 🙂

PhotoGrid_1468760618997 Continua a leggere