Recensione ~ “Quello che ti rende speciale” di Marci Lyn Curtis

Se riesco a tradurla scroccando la connessione, la prossima settimana dovrebbe arrivare l’intervista a Marci Lyn Curtis, di cui sono molto, ma molto contenta, visto quanto è disponibile e carina. Nel frattempo, la recensione a questo romanzo splendido.
Buona giornata, bella gente!

Quello che ti rende specialeQuello che ti rende speciale
di Marci Lyn Curtis


TITOLO ORIGINALE: The one thing
EDITORE: Fabbri
TRADUTTRICE: Aurelia Di Meo
ANNO: 2016
PAGINE: 350
DISPONIBILE IN FORMATO CARTACEO ED E-BOOK


Maggie Sanders ha diciassette anni, un’ironia tagliente e un pessimo carattere. Ma in effetti ha delle buone ragioni per essere arrabbiata con il mondo: una malattia l’ha da poco resa cieca e l’ha costretta ad abbandonare la sua più grande passione, lo sport. Da quel momento tutto è cambiato. Ha cominciato a frequentare una scuola in cui si sente fuori luogo, il rapporto con i genitori si è raffreddato, le amiche sono sparite. E, come se non bastasse, le è stato affibbiato un assistente sociale che tiene sotto controllo i suoi voti e la sua condotta. È proprio nel suo ufficio, però, che conosce Ben, dieci anni e un’intelligenza fuori dal comune. Un incontro sconvolgente che cambierà la sua vita. Perché Maggie riesce a vedere lui e tutto ciò che lo circonda. Ma anche perché, grazie a Ben, capirà finalmente che oltre allo sport ci sono molte cose che la rendono speciale. Come la musica dei Loose Cannons, band emergente che la conforta nei momenti più difficili, e il loro magnetico cantante Mason Milton, il ragazzo dei suoi sogni… Aiutata da Ben, Maggie si impegnerà con tutte le forze per scoprire dove si terrà il prossimo concerto del gruppo e, soprattutto, per capire come mai quando è con lui è in grado di vedere. Le risposte alle sue domande, però, si riveleranno molto diverse da quelle che si aspettava. E per non perdere ciò per cui ha faticosamente lottato, Maggie dovrà trovare il coraggio di affrontare la realtà. Che non è mai quella che sembra.


Continua a leggere

Annunci

Recensione ~ “Amore e altre bugie” di Tarryn Fisher

Credo di aver trovato un nuovo guilty pleasure e non so come prenderla. Ho una certa predisposizione per i libri che so benissimo odierò, ma alle volte me li concedo giusto per staccare, finendo poi però per sclerare  come una pazza. Nel cuore della notte, senza possibilità nemmeno di strillare. ARGH!

Amore e altre bugieAmore e altre bugie
di Tarryn Fisher


TITOLO ORIGINALE: The opportunist
EDITORE: Fabbri
TRADUTTORE: Sara A. Benatti
ANNO: 2016
PAGINE: 284
La serie Love me with lies:
#1 Amore e altre bugie (The opportunist| #2 Inedito (Dirty red| #3 Inedito (Thief)


Olivia, ambiziosa e determinata, non si è mai fidata degli uomini, nemmeno di quello a cui ha rovinato la vita: Caleb. Così, dopo essersi amati e feriti a vicenda più di quanto avrebbero mai creduto possibile, le loro strade sembrano essersi divise per sempre. Ma quando lui, a causa di un incidente, perde completamente la memoria, a Olivia si presenta un’opportunità imperdibile: riconquistare l’uomo che non ha mai smesso di desiderare, l’unico di cui non può fare a meno. E per riuscirci non si fermerà davanti a nulla. Neanche alla nuova fidanzata di lui, Leah, ricca, bellissima e dai capelli rosso fuoco. Sarà pronta a mentire, a nascondere il proprio passato e a manipolare chi ama in una disperata corsa contro il tempo. Perché sa benissimo che lo splendido sogno di stare con Caleb ha una data di scadenza: quando lui ritroverà la memoria e ricorderà chi è la vera Olivia, tutto andrà di nuovo in pezzi. O, forse, il suo piano è destinato a fallire ancora prima?


Continua a leggere

Recensione ~ “Non vorrei però ti amo”, di Noelle August

Spero che WordPress mi stia assistendo e questo post stia vedendo la luce. Nel caso si sia degnato: buongiorno, amici! 😘 Spero che la vostra sveglia non sia suonata alle cinque come la mia e siate riusciti a dormire un po’ più a lungo di me; se sì, vi sto invidiando tantissimo! Oggi riprendono i corsi e il bellissimo orario che mi è capitato mi fa avere due ore alle otto e altre due stasera alle sei: #fml direbbe Eleanor di The royals. Vabbe’, vi lascio alla recensione di oggi e vi auguro una splendida giornata 💜

Non vorrei però ti amoNon vorrei però ti amo
Noelle August,
pseudonimo di Veronica Rossi e Lorin Oberweger


TITOLO ORIGINALE: Boomerang
EDITORE: Fabbri
TRADUTTRICE: Anita Taroni
PAGINE: 350
ANNO: 2016
La serie Boomerang, formata da romanzi autoconclusivi, è così composta:
#1 Non vorrei però ti amo (Boomerang#2 Rebound | #3 Bounce


Quando Mia si sveglia nel letto di un perfetto sconosciuto è ancora annebbiata dall’alcol e non riesce a ricordare nulla della notte appena trascorsa. Ma oltre a ignorare tutto di Ethan; il ragazzo che dorme al suo fianco, e delle ultime ore passate con lui, non sa che il taxi che condivideranno quella mattina li accompagnerà incredibilmente nello stesso luogo: la sede di Boomerang, un sito di incontri per cuori solitari, dove entrambi stanno per iniziare uno stage. Dopo la presunta notte di passione, quella che avrebbe potuto trasformarsi in una bella storia d’amore rischia di morire sul nascere: Mia e Ethan, oltre a trovarsi in diretta competizione per attirare le attenzioni dei capi e ottenere l’unico posto di lavoro disponibile alla fine dell’estate, scopriranno a proprie spese che l’azienda ha una politica molto rigorosa e vieta qualsiasi genere di relazione tra i suoi dipendenti. Riusciranno i due ragazzi – affamati di successo ma forse anche desiderosi di innamorarsi davvero – a rimanere concentrati sul loro futuro, oppure la passione li trascinerà sotto quelle lenzuola dove tutto è cominciato?


Continua a leggere

Recensione ~ “Puoi fidarti di me” di Leisa Rayven

Buonasera, amici! Se il wi-fi si degna di aiutarmi, prima di scappare in facoltà, volevo lasciarmi una recensione che sono riuscita a scrivere subito dopo aver finito il libro: questa sì che è una notizia per me! No, in realtà l’ho scritta un paio di giorni dopo, ma considerando che ho arretrati di mesi è un passo avanti non da poco. Comunque, si tratta del sequel di un romanzo dal titolo orribile in italiano e che non mi è piaciuto, pure meno del precedente.

Puoi fidarti di mePuoi fidarti di me
di Leisa Rayven


TITOLO ORIGINALE: Broken Juliet
EDITORE: Fabbri
TRADUTTRICE: Anita Taroni
ANNO: 2015
PAGINE: 334
La serie Starcrossed è così composta:
#1 Cancella il giorno che mi hai incontrato (Bad Romeo) | #2 Puoi fidarti di me (Broken Juliet)


La forza dell’amore vince sempre. Tranne quando manda in pezzi tutto. Cassie e Ethan si sono conosciuti, poco più che ventenni, all’Accademia d’Arte di New York: elettrizzanti ed esplosivi sulla scena, complicati e riservati dietro le quinte. Travolti da un’attrazione che li ha avvicinati sin dal primo istante. Si sono amati. Si sono spezzati il cuore. È passato qualche anno e Ethan di nuovo ha mandato all’aria tutto: ora deve convincere Cassie di essere cambiato, di essere finalmente l’uomo che lei merita. Cassie, però, non ha dimenticato, e alle sue orecchie le promesse di Ethan suonano come minacce. Lui per convincerla è disposto a tutto: le offre uno sguardo sulla sua parte più nascosta, permettendole di leggere i suoi diari scritti all’epoca del college. Ma come può Cassie concedergli un’altra possibilità sapendo che potrebbe distruggerla di nuovo? Come se non bastasse, i due si ritrovano a recitare insieme in uno spettacolo romantico e sensuale, che mette a dura prova i loro istinti più inconfessabili, annullando ogni razionalità. Il copione sembra ripetersi: se Romeo e Giulietta li ha fatti avvicinare, questa nuova pièce rischia di distruggerli una volta per tutte. Shakespeare una volta ha scritto: “Mai è stato liscio il corso del vero amore”, Sembra proprio che quella frase sia stata pensata per Ethan e Cassie…


Continua a leggere

Recensione · “Tutto ciò che sappiamo dell’amore”, di Colleen Hoover

Programmo questa recensione da tempo, mi riprometto sempre di scriverla e dopo qualche mese dalla ristampa ci sono riuscita. Non sono certissima del risultato, perché quando si tratta della Hoover improvvisamente mi sento più stupida e le parole vengono meno. Spero però che, chiunque ancora non abbia letto questo libro, possa recuperare in fretta, perché sì, si sta perdendo tanto.
Da una Firenze grondante pioggia, vi auguro buon inizio di settimana, sperando che il tempo dalle vostre parti sia decisamente più bello!

Tutto_ci_che_sappiamo_dell_amore_colleen_hooverTitolo: Tutto ciò che sappiamo dell’amore
Titolo originale: Slammed
Serie: Slammed #1
Autrice: Colleen Hoover
Traduttrice: Giulia De Biase
Editore: Fabbri
Anno: 2015 (p.e. 2013 per Rizzoli)
Pagine: 285

Lake ha vissuto l’anno peggiore della sua vita: la morte del padre, i litigi con la madre, un trasloco in una nuova città e la fatica di reinventarsi una vita. Finché non conosce Will, il vicino di casa. Anche lui è stato costretto dalla vita a crescere in fretta. L’intesa tra di loro è immediata, ma il primo giorno di lezione Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will ha solo qualche anno più di lei, ma è uno dei suoi professori. Eppure quello che c’è tra di loro, a partire da un primo bacio scambiato quando ancora non sapevano di doversi evitare, sembra irresistibile. E così Lake e Will – costretti a restare lontani – si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam (una gara di versi) per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine, è qualcosa di molto semplice ed essenziale: come ha scritto la famosa poetessa Emily Dickinson, tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto. E spesso è l’unica forza che può tenerci a galla quando ogni cosa intorno a noi sembra mandarci a fondo.

 

«Will, capisco benissimo. Non ti chiederei mai di rischiare il tuo lavoro. Sarebbe da stupidi mandare tutto all’aria per qualcuno che conosci da appena una settimana.»
Lui si concentra di nuovo su qualcosa fuori dal finestrino.
«Non te lo dico perché penso che dovresti chiedermelo. Voglio soltanto che tu capisca cosa c’è dietro tutto questo.»
«Lo capisco» rispondo. «È ridicolo anche solo pensare che tra me e te ci sia qualcosa per cui vale la pena rischiare tutto il resto.»
Guarda il biglietto, e dice piano: «Sappiamo tutti e due che c’è qualcosa tra me e te.»
Le sue parole mi fanno trasalire, perché dentro di me, nel profondo, so che Will ha ragione. Quello che stava accadendo tra noi, qualunque cosa fosse, era più di una semplice infatuazione. Non saprei dire quanto fa male un cuore spezzato. Ma se fa male anche solo l’un percento in più del male che provo adesso, io all’amore ci rinuncio. Non ne vale la pena.

Continua a leggere