Recensione ~ “Oltre il muro” di Pierre Paquet e Tony Sandoval

PhotoGrid_1469114439414

Graphic novel numero tre! Se amate le storie di formazione e i voli pindarici nella fantasia più sfrenata a cui non mancano accenni gotici, ho quella che fa per voi ❤

Oltre il muroOltre il muro
di Pierre Paquet e Tony Sandoval


TITOLO ORIGINALE: Un regard par dessus l’epaule
EDITORE: Tunué
TRADUTTRICE: S.A. Cresti
ANNO: 2012
PAGINE: 96
LO POTETE TROVARE QUI


Quando hai undici anni il mondo è un posto tutto da scoprire, gli adulti appaiono strani e incomprensibili, la fantasia galoppa e ogni cosa assume contorni meravigliosi e inquietanti. Quando hai undici anni è facile finire prima o poi… oltre il muro!


Continua a leggere

Recensione ~ “Sette minuti dopo la mezzanotte”, di Patrick Ness

Quando ho letto questo libriccino non avevo idea che qualche mese dopo sarei finita, per puro caso, a innamorarmi di una copertina e una trama e a comprare un libro di Siobhan Dowd (Le rose di Shell di cui a breve vi parlerò), senza rendermi conto di aver già sentito il suo nome. Qui. Nell’introduzione dell’autore, che spiega come l’idea di questo romanzo sia balzata in testa a Dowd e di come e perché gliel’abbia regalata. Vi invito a leggere entrambi, meritano allo stesso modo un posto nel cuore e sul comodino di un sacco di lettori.
Buona giornata, miei cari ❤
[ps: da questo libro è in uscita un film in autunno negli USA]


Sette minuti dopo la mezzanotte

Sette minuti dopo la mezzanotte
di Patrick Ness, da un’idea di Siobhan Dowd


TITOLO ORIGINALE: A monster calls
EDITORE: Mondadori
TRADUTTRICE: Giuseppe Iacobaci
ANNO: 2012
PAGINE: 224


Una notte di luna e brezza leggera, il piccolo Conor si sveglia di colpo sentendo bussare alla finestra della sua cameretta. Terrorizzato, allunga l’orecchio per cogliere qualche rumore sospetto dal piano di sotto.
Nulla. Sono passati sette minuti dalla mezzanotte.
D’un tratto, sente chiamare il suo nome. Conor è preso dal panico: potrebbe essere l’apparizione spaventosa che da giorni lo tormenta nel sonno, l’incubo che viene a trovarlo da quando sua madre ha iniziato le cure mediche. Invece, quando si fa coraggio e si sporge dalla finestra, trova ad attenderlo un mostro. Un mostro tutto particolare, però, senza artigli o denti aguzzi.
È semplicemente un albero. Antico e selvaggio, una creatura che sembra uscita da un altro tempo.
Il mostro è pronto a stringere un patto con lui: nelle notti successive racconterà a Conor tre storie, di quelle che aiutano a uccidere i draghi che ognuno di noi nasconde nel fondo del proprio animo, storie che spingono ad affrontare le paure più grandi. Ma in cambio la creatura misteriosa vuole da lui una quarta storia, un racconto che deve contenere e proteggere la cosa più pericolosa di tutte: la verità.


Continua a leggere

Recensione: “L’ordine della penna”, di Virginia De Winter

Dicesi “ossessione” quel pensiero che ritorna in maniera continua e tormentosa dal quale è impossibile liberarsi e al quale, bellamente, cedo senza opporre la benché minima difesa, per masochismo, assoluta mancanza di voglia di studiare e totale piacere nel farlo. Tre cose che costantemente mi riportano al mondo di Black friars, complice la scrittura della sua creatrice e personaggi così ben tratteggiati che – anche nel male – finiscono per conquistarmi e obbligarmi a comprenderli, se non proprio ad accettarli.
Oggi, neanche c’è bisogno di dirvelo, vi parlo di quel secondo volume che ho appena concluso e nel quale mi ritufferei immediatamente, se solo potessi: L’ordine della penna; al solito: proseguite a a vostro rischio e pericolo, non posso garantire l’assenza di spoiler dei due precedenti romanzi.
black-friars-l-ordine-della-penna-de-winter-fazi-248x360Titolo: L’ordine della penna
Serie: Black friars #2
Autrice: Virginia De Winter
Editore: Fazi
Anno: 2012
Pagine: 485

Altieres, una delle antiche dinastie regnanti del Vecchio Continente, si è estinta dopo la violenta morte di tutti i suoi discendenti, e a portare il nome della casata sono rimasti solo i vampiri Blackmore, creature immortali a cui regnare non è permesso. Ma qualcosa ora è cambiato: Sophia, unica erede ancora in vita, creduta morta da anni, è stata ritrovata e le già fragili dinamiche del regno sono vicine a spezzarsi una volta per tutte. Gli oscuri segreti di Altieres stanno tornando a celare ombre sulla Vecchia Capitale, fulcro del potere politico e religioso, e spettri senza volto si aggirano per le strade terrorizzando cittadini e studenti. Intanto Sophia sta imparando a conoscere la sua nuova vita. Essere una Blackmore infatti non significa solo indossare meravigliosi vestiti ed essere un giorno incoronata regina, come innocentemente credeva, ma evitare matrimoni politici e sfuggire a continui attentati alla sua vita, anche da parte degli stessi parenti. Eloise Weiss deve affrontare invece forze che nemmeno i suoi poteri possono governare. I morti non riposano più in pace nella Vecchia Capitale, disturbati nel loro eterno sonno da forze oscure e implacabili, forse collegate al ritorno dell’erede di Altieres e alle sconvolgenti verità che i vampiri Blackmore nascondono da secoli e sono ora sfuggite al loro controllo. Eloise, grazie al suo potere di dominare le forze oscure, sarà forse la chiave per riportare l’ordine là dove ormai esiste solo il caos. Continua a leggere