Recensione: “The giver”, di Lois Lowry

Sono stanchissima, miei piccoli, grandi amici, ma questa recensione devo pubblicarla assolutamente. Non è venerdì, per domani ne ho un’altra in programma, ma visto e considerato che l’ho letto in  inglese, non sono proprio fuori tema con quello che avrei dovuto postare. Dopo due settimane passate a cercare di buttar giù recensioni decenti e a cancellarne una dopo l’altra, ho partorito. Non so quello che esattamente è venuto fuori, visto e considerato che l’ho scritta ieri notte e ieri mattina con gli occhi ancora chiusi dal sonno, ma okay, mi accontento. Quando arriva venerdì? Ho bisogno di andare in letargo, stare in pigiama tutto il giorno e leggere in santa pace quel che voglio quando voglio. Ovvia. Per adesso, vi lascio alla recensione di una piccola perla che probabilmente non avrei mai letto se due persone non mi ci avessero avvicinata e vi auguro un’ottima, ma che dico?, splendida giornata!

cop-low-the-giver-HPPIS845Titolo: The giver
Serie: The giver #1
Autrice: Lois Lowry
Traduttrici: Angela Ragusa e Sara Congregati
Editore: Giunti
Anno: 2014 (p.e. 1995)
Pagine: 176

Jonas è un adolescente che vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non ci sono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto ciò che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte individuali.
Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Comitato degli Anziani nella cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento cruciale sta arrivando… Continua a leggere