Recensione ~ “Resta con me fino all’ultima canzone” di Leila Sales

Tengo in particolar modo a questo libro e non sono sicura di esser riuscita a rendere tutto quello che appena trecento pagine sanno dare. Quel che so è che mai ci si è sentiti diversi, soli, additati, la storia di Elise potrà aiutare nel suo piccolo a far pace con quelle sensazioni.

Resta con me fino all'ultima canzoneResta con me fino all’ultima canzone
di Leila Sales


TITOLO ORIGINALE: This song will save your life
EDITORE: De Agostini
TRADUTTRICE: Ilaria Katerinov
ANNO: 2016
PAGINE: 319
DISPONIBILE IN FORMATO CARTACEO ED E-BOOK


Farsi degli amici non è mai stato semplice per Elise. Per sedici anni è stata ignorata, offesa, ferita. Il bersaglio preferito di scherzi di ogni tipo. Ma adesso ha deciso di voltare pagina e prendere in mano la propria vita. Ecco perché per tutta l’estate ha osservato le ragazze più popolari della scuola: per diventare come loro e iniziare il secondo anno alla grande. Peccato però che le cose non vadano affatto come previsto. Nessuno sembra accorgersi dei suoi sforzi, ed Elise si ritrova sola. Questa volta è pronta ad arrendersi, certa che per lei la musica non cambierà mai. Ma una notte, durante una passeggiata solitaria per le vie della città, s’imbatte per caso nello Start, un locale underground che suona i brani più belli che abbia mai sentito. E proprio qui, nel posto più stravagante del mondo, in mezzo al più stravagante gruppo di persone che si possa immaginare, Elise trova finalmente quello che ha sempre cercato: la musica giusta, gli amici giusti e forse anche il ragazzo giusto.


Continua a leggere

Annunci

Recensione: “Fallen”, di Lauren Kate

Buongiorno, amici ❤ Com’è andato il fine-settimana? Per quanto mi riguarda, l’ho trascorso a copiare gli appunti accumulati negli ultimi giorni di lezione e a riprendermi da giorni decisamente sfiancanti. Nonostante abbia ancora bisogno di dormire, è un nuova settimana, e quindi nuova recensione: oggi il primo volume di una saga che mi sta deludendo in tutti i sensi possibili… vi stavo abituando solo a recensioni positive, eh?

fallen_lauren_kate_ingleseTitolo: Fallen
Titolo originale: Fallen
Serie: Fallen #1
Autrice: Lauren Kate
Traduttrice: Serena Daniele
Editore: Rizzoli
Anno: 2010
Pagine: 444

In seguito a un tragico e misterioso incidente, Lucinda è stata rinchiusa a SwordEtCross, un istituto a metà fra il collegio e il riformatorio. Nell’incidente un suo amico è morto. Lei non ricorda molto di quella terribile notte, ma la sua ricostruzione dei fatti non convince la polizia. La vita nella nuova scuola è difficile: il senso di colpa non le lascia respiro, proprio come le telecamere che registrano ogni singolo istante della sua giornata. E tutti gli altri ragazzi, con cui è più facile litigare che fare amicizia, sembrano avere alle spalle un passato spiacevole, se non spaventoso. Tutto cambia quando Luce incontra Daniel. Misterioso e altero, prima sembra far di tutto per tenerla a distanza, ma poi è lui a correre in suo aiuto, e a salvarle la vita, quando le ombre scure che Luce vede in seguito all’incidente le si stringono intorno. Luce, attratta da Daniel come una falena dalla fiamma di una candela, scava nel suo passato e scopre che standogli vicino, proprio come una falena, rischia di rimanere uccisa: perché Daniel è un angelo caduto, condannato a innamorarsi di lei ogni diciassette anni, solo per vederla morire ogni volta… Insieme, i due ragazzi sfideranno i demoni che tormentano Luce, e cercheranno la redenzione. Continua a leggere

Recensione: “Brutti”, di Scott Westerfeld

Buon lunedì, miei piccoli grandi amici! Mentre me ne sto rannicchiata in pigiama a ripetere che non voglio andare a lezione e lascio che il panico prenda il sopravvento, vi lascio questo grande, enorme meh con cui, anche a distanza di tempo dall’averlo finito, non ho ancora i conti. Mi ha delusa, tanto, in numerosi punti, non mi ha catturata come avevo pensato, mi ha lasciato l’amaro in bocca… Ma, prima di perdermi in chiacchiere e anticiparvi qualcosa, meglio che vi lasci alla recensione e vi auguri un sereno inizio di settimana!

_brutti-1350734357Titolo: Brutti
Serie: Beauty #1
Autore: Scott Westerfeld
Traduttore: Angela Ragusa
Casa editrice: Mondadori
Anno: 2006
Pagine: 354

Tally è una ragazza normale. Ma essere normali, nel suo mondo, equivale a essere brutti. Brutti solo fino a sedici anni, fino a quando non si è sottoposti per legge a un’operazione di chirurgia estetica che rende bellissimi e uguali a tutti gli altri “perfetti”. Ecco perché Tally non vede l’ora di compiere sedici anni. Ma poco prima del giorno fatidico incontra Shay, che le fa scoprire il brivido dell’imprevisto e il fascino dell’imperfezione e la mette al corrente di un’inquietante versione dei fatti. Tally adesso non vede l’ora di conoscere la verità. E sarà più difficile e pericoloso di un’operazione… Continua a leggere

Recensione: “La sedicesima luna”, di Kami Garcia e Margaret Stohl

Buongiorno, amici, e buon venerdì, soprattutto! Ultimo mio fine settimana prima dell’inizio dei corsi e ultimi giorni di pseudo-normalità che passerò attanagliata dall’ansia per tutto quello che qualcosa che ho atteso per così tanto potrà portarmi. Ovvero, tre giorni da passare accovacciata a dondolarmi sui talloni in un angolo della stanza rivolta verso il muro mormorando parole in lingue che nemmeno conosco, perché farcela mai e, cosa più importante, mai farsi prendere dal panico. Ma va bene, siamo qui per una cosa meno stupida di me: la recensione di oggi! Vi avevo già nominato questo libro, letto qualche settimana fa – del quale ancora devo vedere il film che mi dicono sia orribile – e, specialmente, una delle sue due autrici, la Garcia, della quale è uscito quasi un mesetto fa Unbreakable, di cui vi avevo parlato e che ancora non ho avuto l’opportunità di leggere. Perciò, niente, vi lascio alla recensione e vi auguro un buon week-end! Appuntamento a domenica, bamboli! ❤
[Ps: ho modificato il menu qua sopra, rendendolo più snello e più pratico. Le recensioni, adesso, potete trovarle suddivise in ordine per autore, editore, punteggio, serie e titolo, perché una maniaca dell’ordine affetta da disturbo ossessivo complusivo come me aveva bisogno di renderle più presentabili e ordinate, ecco.] Continua a leggere

Un, due, tre, stella #1. Recensione: “Il labirinto”, “La fuga”, “La rivelazione”, di James Dashner

Ho appena finito questa trilogia e molto probabilmente quella che segue sarà la recensione più sconclusionata dall’apertura del blog, quasi un mese fa (!), però una tra le più sentite, a cui tengo particolarmente. La lettura per me è sempre stata un momento privato, personalissimo e quanto più di isolante possibile; non ricordo di aver mai condiviso le letture in passato (se non a libro concluso) ma da qualche mese a questa parte leggere in compagnia è diventato una delle cose migliori a cui abbia mai preso parte e condividere in tempo reale opinioni e sensazioni con quelle pulzelle che fanno parte del Club del libro è diventato un bisogno, oltre che un divertimento. Perciò iniziare Il labirinto senza sapere cosa aspettarmi, proseguire con La fuga e concludere il viaggio coi Radurai con La rivelazione con loro è senza dubbio un motivo che mi porta ad apprezzare ulteriormente questi tre volumi, ma la materia prima non è da poco, anzi! Non avevo mai letto qualcosa di così claustrofobico e capace di rapirmi al punto da non voler, masochisticamente, staccare gli occhi dalle sue righe. Ma andiamo con ordine, beccatevi queste tre copertine (un po’ meh ma ci accontentiamo visto che creano una continuità che proprio ci voleva) e corriamo come dei velocisti dritti alla recensione. Ah, quasi dimenticavo: a questo punto è d’obbligo informarvi che, per quanto cercherò di limitare al massimo gli spoiler, non venite a picchiarmi qualora me ne dovesse sfuggire qualcuno. Parlare di un’intera trilogia senza rivelare qualcosina per sbaglio sarà una fatica disumana e ci tengo alla mia incolumità, almeno per un altro po’ lasciatemi tutta intera. Perciò, detto questo, siete pronti, teste di caspio? Continua a leggere