Recensione: “Io, Romeo e Giulietta”, di Rebecca Serle

Marzo per me è stato il mese dei retellings. Ne ho letti un sacco, sia per l’uni che per puro piacere (uno, su tutti, che ho adorato: Il mio splendido migliore amico, di A.G. Howard), e aggiornando la sezione delle recensioni mi son resa conto che ancora non avevo pubblicato questa…! Ve la lascio al volo prima di scappare a lezione e a sopportare un pomeriggio carico di filosofia illuminista a non finire. Mandatemi pensieri positivi, ne ho bisogno!

io,romeo&giulietta_giro2Titolo: Io, Romeo e Giulietta
Titolo originale: When you were mine
Autrice: Rebecca Serle
Traduttrice: Claudia Lionetti
Editore: De Agostini
Anno: 2015
Pagine: 320

Rosie e Rob sono innamorati. Profondamente innamorati. O almeno così sembra fino al giorno in cui arriva in città la cugina di lei, Juliet. Bella, spregiudicata e volitiva, Juliet cova nei confronti di Rosie un vecchio rancore. Decide così di portarle via Rob e ben presto ci riesce. È la sera del ballo della scuola, e Rob cade ai piedi di Juliet come per incanto. Come se fosse destinato a lei da sempre. Ma per i due sventurati amanti ci potrà mai essere un lieto fine? Continua a leggere

Annunci

Recensione: “Il mio splendido migliore amico”, di A.G. Howard

Odio questo titolo, c’entra poco o niente con l’immensità di quello che “splintered” lasciava intuire ma adoro questa copertina: non si può aver tutto, vero? Mi accontento di questa meravigliosa riscrittura che ho adorato a dir poco e che consiglio caldamente!
Voi cosa state leggendo?
Buona giornata, amicetti ❤

978-88-541-7313-2Titolo: Il mio splendido migliore amico
Titolo originale: Splintered
Serie: Splintered #1
Autrice: A.G. Howard
Traduttrice: Francesca Barbanera
Editore: Newton Compton
Anno: 2015
Pagine: 406

Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere e per salvare sua madre da un crudele destino che non merita, Alyssa dovrà rimediare ai guai provocati da Alice e superare una serie di prove: prosciugare un oceano di lacrime, risvegliare i partecipanti a un tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie? Continua a leggere