Recensione ~ “Seconds” di Bryan Lee O’Malley

Ogni tanto ritornano! Tempo orrido fuori dalla finestra, Netflix a palla e copertina mi hanno ricordato alcune atmosfere di questo graphic novel e mi sono ricordata di doverlo ancora recensire: ed eccomi qui!


Brian Lee O’Malley • Seconds • 2014
Rizzoli Lizard • 336 pp.
Katie fa la chef: da qualche anno dirige la cucina di un ristorantino chiamato Seconds, ma lavora duro per aprire un locale tutto suo in un vecchio edificio lungo il fiume, nel quale ripone tutte le proprie speranze di successo. Tra lo stress, le preoccupazioni, la mancanza di soldi e un ex fidanzato che le ha spezzato il cuore, la sua non sembra proprio essere la vita che ha sempre sognato: ha 29 anni e la sensazione di non avere più il controllo su niente. Ma grazie all’incontro sovrannaturale con il curioso «spirito della casa» di Seconds Katie scopre un modo inaspettato di “correggere” il passato e rimediare ai propri errori. Una scappatoia fin troppo facile, che metterà a rischio la sua stessa esistenza e quella di tutto il mondo da lei conosciuto.
e-book e cartaceo


Continua a leggere

Recensione ~ “Il suono del mondo a memoria” di Giacomo Bevilacqua

Scegliere due fotografie solamente per questo post è stato difficilissimo, visto che avrei assecondato volentieri la mia voglia di scattarne centomila a ogni tavola. Ma vabbe’! Vi lascio uno sconclusionato post su una meraviglia in ogni senso ❤

photogrid_1483455947706

Giacomo Bevilacqua • Il suono del mondo a memoria • 2016
Bao publishing • 179 pp.
Sam sta scrivendo un articolo. Una cosa complessa, che comporta che lui vada a vivere per due mesi a Manhattan e non parli assolutamente con nessuno. Ce la farà? In un certo senso sì, ma con le cose che Sam non ha previsto ci si potrebbe scrivere un libro.
e-book e cartaceo


Continua a leggere

Recensione ~ “Tobiko” di Maurizia Rubino

photogrid_1481663983652

Avrete capito che ultimamente ho voglia di leggere solamente graphic novel, per cui oggi nuova recensione di una storia letta in trenta minuti di treno e che però mi ha lasciata leggermente insoddisfatta.

tobikoTobiko
di Maurizia Rubino


EDITORE: Bao publishing
ANNO: 2016
PAGINE: 128
LO POTETE TROVARE IN CARTACEO ED E-BOOK


In un mondo post apocalittico nel quale si fronteggiano le tribù rivali degli orsi e dei corvi, la piccola Tobiko – il cui più grande sogno è costruirsi delle ali per volare come i corvi che l’hanno cresciuta – conosce Pop, un orsetto che nasconde un grande segreto. Nasce un timido amore che, pur nella simbolicità dell’ambientazione, è tremendamente simile all’amore dei nostri tempi, fragile, timoroso e bisogno di essere nutrito e rassicurato.


Continua a leggere

Recensione ~ “Aldo Manuzio” di Andrea Aprile e Gaspard Njock

photogrid_1481555716449

Da studentessa e appassionata di Editoria, ho dei miti irraggiungibili di cui tento di documentarmi sempre più, senza averne mai abbastanza. Fra i tanti, Aldo Manuzio, padre dell’editoria. La sua è una figura che mi affascina e che venero da qualche anno, a cui si deve proprio tanto e nemmeno lo si sa; ecco perché da quando ho saputo di questo graphic novel dovevo averlo.

aldo-manuzioAldo Manuzio
di Andrea Aprile e Gaspard Njock


EDITORE: Tunué
ANNO: 2015
PAGINE: 119
LO POTETE TROVARE IN CARTACEO


Manuzio è stato uno dei più grandi tipografi di tutti i tempi: a lui sono attribuite innovazioni che si sono rivelate decisive perché il libro divenisse l’oggetto che conosciamo.
In quest’opera, il piano temporale della vicenda biografica dell’editore e dell’umanista s’intreccia con quello di due giovani d’oggi, in un continuo gioco di rimandi e dissolvenze. Luigi e Caterina, infatti, si conoscono a Venezia e ripercorrono le stesse strade di Aldo, calandoci nel mezzo di quelle sfide, e vicende personali, che l’hanno trasformato in uno dei padri della nostra cultura.


Continua a leggere

Recensione ~ “Kobane calling” di Zerocalcare

photogrid_1475500986634

Era uno dei regali per il compleanno del mio ragazzo, è finita che l’ho letto prima io di lui. Quarto graphic novel da recensire, primo della Bao, di cui ammiro in maniera impressionante il catalogo.

kobane-callingKobane calling
di Zerocalcare


EDITORE: Bao publishing
ANNO: 2016
PAGINE: 272
LO POTETE TROVARE IN CARTACEO ED E-BOOK


Tre viaggi nel corso di un anno. Turchia, Iraq, Siria, per documentare la vita della resistenza curda in una delle zone calde meno spiegate dai media mainstream. Zerocalcare realizza un lungo racconto, a tratti intimo, a tratti corale, nel quale l’esistenza degli abitanti del Rojava (una regione il cui nome non si sente mai ai telegiornali) emerge come un baluardo di estrema speranza per tutta l’umanità.


Continua a leggere

Recensione ~ “Oltre il muro” di Pierre Paquet e Tony Sandoval

PhotoGrid_1469114439414

Graphic novel numero tre! Se amate le storie di formazione e i voli pindarici nella fantasia più sfrenata a cui non mancano accenni gotici, ho quella che fa per voi ❤

Oltre il muroOltre il muro
di Pierre Paquet e Tony Sandoval


TITOLO ORIGINALE: Un regard par dessus l’epaule
EDITORE: Tunué
TRADUTTRICE: S.A. Cresti
ANNO: 2012
PAGINE: 96
LO POTETE TROVARE QUI


Quando hai undici anni il mondo è un posto tutto da scoprire, gli adulti appaiono strani e incomprensibili, la fantasia galoppa e ogni cosa assume contorni meravigliosi e inquietanti. Quando hai undici anni è facile finire prima o poi… oltre il muro!


Continua a leggere

Recensione ~ “Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen” di Nancy Butler e Hugo Petrus

PhotoGrid_1469114597108
Potevo forse perdermi una graphic novel su Orgoglio e pregiudizio? Domanda retorica, lo so, ecco perché dopo un esame me la son regalata come premio di quasi fine magistrale. E l’ho divorata in meno di un’ora.

Orgoglio e pregiudizioOrgoglio & pregiudizio di Jane Austen
di Nancy Butler e Hugo Petrus


TITOLO ORIGINALE: Pride & Prejudice by Jane Austen
EDITORE: Panini Comics
TRADUTTRICE: Nadia Terranova
ANNO: 2013
PAGINE: 128
LO POTETE TROVARE QUI


Le vicende di Elizabeth Bennet, alle prese con il suo cuore, la sua famiglia e le insidie della società inglese, hanno un fascino senza tempo. Ci parlano di scelte, di coraggio, di come la ricchezza e lo status sociale non siano né misura di successo né garanzia di felicità. Orgoglio e pregiudizio, il secondo romanzo scritto da Jane Austen, è qui adattato in forma di graphic novel da Nancy Butler e Hugo Petrus.


Continua a leggere

Recensione ~ “Mille tempeste” di Tony Sandoval

PhotoGrid_1468833366516Sono una novellina in ambito di graphic novel, per cui scriverne recensioni non è il mio forte e mi scuso in anticipo per eventuali baggianate che dirò, frutto dell’ingenuità e della mancata esperienza a riguardo. Nel caso lo foste anche voi, qui trovate un breve post in stile wiki-how ❤
Ma ora passiamo alla prima graphic novel su cui ho messo le mani, e gli occhi!

Mille tempesteMille tempeste
di Tony Sandoval


TITOLO ORIGINALE: Milles tempêtes
EDITORE: Tunué
TRADUTTRICE: Ilaria Gaudiello
ANNO: 2015
PAGINE: 138
LO POTETE TROVARE QUI


Lisa, la protagonista, è una ragazza che ama girare da sola in spazi aperti in cerca di oggetti strani e particolari. Un giorno s’imbatte in un albero dalla forma bizzarra: sembra un portale e la ragazzina non può fare a meno di cedere all’impulso di attraversarlo. Ma una volta dall’altra parte, i suoni non sono più gli stessi, il paesaggio è cambiato e gli spiriti sembrano sussurrarle all’orecchio. Lisa ha un brutto presentimento e torna indietro, ma ormai ha intrecciato il suo destino con quello del mondo dall’altra parte. Il richiamo a ritornarci diventa irresistibile.


Continua a leggere

Graphic novel: cosa, dove e come

Da piccola, mangiavo i manga di Sailor moon come i Pan di Stelle con cui facevo (faccio) colazione: uno dopo l’altro, senza sosta, finché non rimaneva più una parola o un’immagine che non sapessi a memoria. La domenica mattina confesso che andavo a messa soltanto per poi fermarmi in cartoleria a cercarne altri. Poi ho scoperto i libri del Battello a vapore, divorate tutte le serie prima del loro tempo, con la stessa velocità con cui mi tuffo in quel che amo, e i fumetti sono passati in secondo piano. Finché quest’anno al Salone mi sono innamorata allo stand Tunué di una quantità così spropositata di volumi che sceglierne uno è stato tanto difficile quanto per un genitore dire chi sia il figlio preferito.
Ho pensato che la mia esperienza da nuova lettrice potesse aiutare chi, come me, ne era a digiuno 🙂

PhotoGrid_1468760618997 Continua a leggere