Come guadagnare dai libri: 4 metodi provati e funzionanti!

Torno con un titolo da clickbait ma giuro che si possono guadagnare un po’ di soldini sul serio! Quante volte vi capita di trovare sulle mensole della libreria vecchi libri che non leggerete mai più o libri che, in un impulso da accumulatori seriali di carta, avete comprato ma sapete benissimo che non arriverà mai la voglia di leggerli? A me, sempre. Ma avete mai pensato di poter guadagnare dai quei libri? Esistono infatti modi tramite i quali far fruttare quei volumi che tenete a prendere polvere e oggi voglio mostrarvene alcuni. Qualcuno vi sembrerà ovvio, ma altri forse potreste non conoscerli. Si sa, tra amanti di libri, che buttarli nella spazzatura è reato, per cui, vediamo quali sono i modi per donar loro nuova vita… e a voi qualche spicciolo da spendere – per comprarne altri, ovviamente!

Libraccio 

Questa sembrerà la più banale scelta, ma Libraccio consente di vendere i libri in varie modalità. Possiamo infatti recarci in uno dei negozi Libraccio o Ibs+Libraccio, se presenti sul territorio, e, armati di lista con ISBN o direttamente coi libri, provare a chiedere se sono interessati all’acquisto. Il personale valuterà anche le condizioni dei volumi, per cui evitate di portarne di eccessivamente consumati o strappati, specialmente sulla copertina. Per esperienza, posso dirvi che le sottolineature non creano troppi problemi: nel loro negozio nella mia città ho venduto un libro sottolineato a matita e un altro manuale con evidenziatore e non ci sono stati problemi. La cosa interessante di Libraccio, comunque, è che solitamente sono interessati anche all’acquisto di manuali e libri di testo scolastici e universitari, per cui se non vi interessa tenerli o non vi servono più, provate a disfarvene con loro. Generalmente, se l’edizione è recente, la risposta dovrebbe essere positiva. Il pagamento dei vostri libri avverrà in contanti ed è immediato.
Altro modo con cui però Libraccio acquista libri è tramite il sito internet. A questo link, è possibile inserire il codice ISBN (il codice a tredici cifre sotto il codice a barre, non quello sopra che a volte è differente dall’altro) e verificare immediatamente se la catena è interessata all’acquisto. Ma non solo: subito ci verrà detto quanto sarà valutato il libro. Fate attenzione, perché ci sono due modalità di pagamento possibili: la prima è tramite bonifico, la seconda è tramite buono acquisto spendibile esclusivamente sul sito internet di Libraccio. Scegliendo la prima modalità di pagamento, possiamo essere pagati tramite bonifico sul conto corrente con costo aggiuntivo di 1,90 € oppure tramite versamento sul conto PayPal, con costo aggiuntivo di 0,90 €. Con il pagamento tramite buono acquisto invece, si ha diritto a un notevole rialzo della valutazione e questo verrà addebitato entro quindici giorni dalla ricezione del pacco da parte di Libraccio: da quel momento si ha un anno di tempo per spenderlo. In entrambi i casi, le spese di spedizione sono a carico del mittente (3,90 €) e verranno detratte dal pagamento che ci spetta. Il mio consiglio è che se vendete pochi libri, meglio scegliere il buono acquisto, di modo da evitare i costi di addebito e avere una maggiorazione della vendita; se invece riuscite a vendere un bel po’ di libri, la scelta del pagamento in soldi effettivi non è male, perché vi consente di guadagnare un bel po’, una volta sottratte le spedizioni e i costi di addebito. Ad ogni modo, per farvi un esempio concreto, giusto nei giorni scorsi sono riuscita a vendere sedici libri tramite il sito:  ci sono manuali universitari del mio ragazzo, libri che ho doppi, libri che ho letto e non voglio tenere e libri che mi sono stati regalati ma che non mi interessano. Ho scelto il pagamento tramite buono acquisto e il valore è venuto di all’incirca settanta euro; se avessi invece scelto l’altra forma di pagamento avrei ricevuto una cinquantina di euro.

Compro vendo libri

Questo sito, invece, consente di mettere in vendita libri di qualsiasi tipo. In questo caso, previa registrazione, si inseriscono sul sito i libri che si vuol vendere (obbligatori sono titolo, autore e editore, ma io metterei sempre anche l’ISBN e l’anno di pubblicazione se si tratta di manuali scolastici o universitari) e si decide a quale prezzo si vuol vendere. Vi consiglio di non esagerare coi prezzi che proponete, ovvero di essere realistici: se il libro è nuovo, praticamente mai usato, ci sta di abbassare il prezzo di copertina di poco, ma se è usato, presenta sottolineature o ha qualche piccolo difetto dato dall’usura io punterei sul metà prezzo, aumentando le possibilità di vendita. Ovviamente per ogni testo che inserite, sarebbe meglio specificarne le condizioni spiegando in modo chiaro le condizioni del testo. Per quanto riguarda il pagamento, sta a voi decidere come preferite essere pagati: tramite ricarica Postepay o tramite PayPal; mentre, per quel che riguarda la spedizione, di nuovo spetta a voi decidere: se la offrite o la proponete a carico del destinatario, specificatelo nell’apposita scheda assieme agli eventuali costi. Vi ricordo, in ogni caso, che spedire tramite posta senza corriere è possibile: la tariffa piego libri ordinaria ha un costo di 1,28 € (se il pacco pesa meno di 2 kg, altrimenti 3,95 €) mentre piego libri raccomandata costa 4,63 € (se il pacco pesa meno di 2 kg, altrimenti 7,30 €). Mi raccomando: su entrambi i lati della busta scrivete “piego di libri” e cercate di usare lo scotch per chiuderla come ultima risorsa, sarebbe meglio la linguetta apposita oppure qualche punto di spillatrice di modo che possa essere aperto per ispezione postale.
Per mia esperienza, ho sempre messo in conto anche le spese di spedizione, utilizzando il piego libri ordinario, e sia che abbia acquistato sia che abbia venduto, ho sempre ottenuto e venduto testi che rispettavano le condizioni esposte. In ogni caso, conviene specificare che siete disponibili a inviare foto del testo, di modo da rendere l’acquirente più sicuro di cosa sta effettivamente comprando.

Negozi dell’usato di città

Sicuramente nella vostra città esistono negozi di libri usati. Armati di lista dei libri da vendere (in cui includere assolutamente l’ISBN, ma volendo anche titolo, autore, editore e anno), basta passare al negozio per chiedere se sono interessati all’acquisto oppure, se il sito internet del negozio lo specifica come possibile, inviare una e-mail con i libri che si vorrebbe vendere. Come per Libraccio, vi consiglio di non portare libri eccessivamente distrutti o vissuti, sarà un po’ più difficile in quel caso che si riesca a ottenerne la vendita, ma tentar non nuoce. Altro consiglio, nel caso voleste vendere manuali di scuola o università, che vi posso dare è di vendere gli scolastici a partire da giugno/luglio (quando la richiesta inizia a essere importante visto che escono le liste per il successivo anno scolastico e le famiglie cominciano a procurarsi i testi in tempo per evitare le resse a settembre) mentre per i testi universitari di provare nel momento in cui saranno disponibili i programmi (del corso per il quale li avete usati) del prossimo anno accademico (in questo modo, solitamente, il negoziante è incoraggiato all’acquisto perché sa che ci sono alte possibilità che riesca a rivenderlo se il testo sarà riadottato nuovamente nel corso). Per dirvi anche in questo caso la mia esperienza, il mese scorso ho venduto col mio ragazzo testi di corsi che ha frequentato all’università al negozio dell’usato più conosciuto di Firenze e abbiamo ottenuto il 30% del prezzo di copertina da ognuno. In alcuni casi sembrerà poco, ma meglio che tenerli a impolverare, meglio disfarsene e fare in modo di guadagnarci qualcosina.

Bookmooch

Credo che ormai in tanti conoscano Bookmooch e qualche anno fa avevo pubblicato un post al riguardo (se siete interessati, lo trovate qui). Come vi dicevo nel post, si tratta di un sito di scambio libri molto particolare. Una volta effettuata la registrazione, si potranno inserire i libri, tramite ISBN, che abbiamo e vogliamo scambiare: ogni libro sarà valutato 0.10 punti, per cui più libri inserite più punti otterrete. I punti accumulati hanno uno scopo ben preciso, ovvero funzionare da pagamento quando chiederete un libro: nel momento in cui domanderete tramite form a un utente di inviarvi un volume, infatti, vi verrà sottratto 1 punto che andrà all’utente che si sarà reso disponibile a inviarvi il libro. Se l’utente non accettasse, o voi cambiaste idea prima della spedizione, basterà bloccare la richiesta e riottenere il punto speso. Allo stesso modo, qualora qualcuno fosse interessato a un vostro libro, vi arriverà la richiesta con l’accreditamento di un punto; se accettate, spedirete il libro tramite piego libri ordinario. Come vedete, l’unica spesa effettiva è quella di 1,28 € per la spedizione del libro a un altro lettore.
Bookmooch è un sito particolare perché non riguarda lo scambio do ut des tra due utenti, ma ha alla base la fiducia perché non riceverete nessun libro in cambio da chi ve ne chiede uno; il punto col quale vi paga è quel che vi deve per avere il libro e viceversa nella situazione opposta. Molto utile, per voi, sarà sicuramente la lista dei libri desiderati: ogni volta che uno di quelli che avete aggiunto sarà disponibile, riceverete una e-mail automatica dal sito che ve lo comunica, cosicché possiate domandare all’utente di spedirvelo. La regola di base che dovete ricordare è: più libri avete da scambiare, più punti accumulate per riceverne, più libri potete ottenere. Per riassumervi:

+ 0.10 punti per ogni libro aggiunto al proprio inventario
+ 1 punto per aver spedito un libro
– 1 punto per aver richiesto un libro
+ 3 punti per aver spedito un libro all’estero (potete specificare se non volete spedire all’estero)
– 3 punti per aver richiesto un libro dall’estero

Annunci

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...