Autumn wrap-up

Ho scelto di ricapitolare a fine di ogni stagione, anziché mese, per non suonare ripetitiva e odiare dopo poco una nuova rubrica, ma non avrei mai pensato che col blog mi sarei trovata davanti un wrap-up misero come quello di quest’autunno, ma vabbe’, non avevo preventivato di non aver tempo per postare :O
Il vostro autunno com’è andato invece? ❤

Autumn wrap-up

 L’autunno sul blog 

Per quanto riguarda i post, devo ammettere la penuria totale. In un certo senso, ho smesso di interessarmi di cose che ora vedo più lontane e sto ancora cercando di trovare un equilibrio tra quello che vorrei diventasse questo angolo di web e l’effettiva possibilità di renderlo reale. Per questo e il poco tempo libero, pochi post. Ho deciso di seguire la filosofia per cui “meno è, meglio è”: un’intervista a cui tenevo tanto a Marci Lyn Curtis (qui), il recap del Pisa book festival qui (mentre quello di Più libri Più liberi di Roma ancora devo finirlo di scrivere) e un blog tour interessante (Le cronache della stirpe nascosta). Oltre a questi, l’iniziativa con Ila di Airals books di “obbligarci” a leggere un libro scelto dall’altra è debuttata giusto nei giorni scorsi (qui) – dopo che la covavamo dall’estate ma ce ne dimenticavamo in modo imbarazzante!

 Libri letti questa stagione 

I libri letti, cinquantacinque, non sono stati pochi, se considero gli impegni, ma poche sono le recensioni, ahimè. La stagione è stata inaugurata da quell’orribile cosa che è Harry Potter e la maledizione dell’erede, e non è stato proprio un modo bello di cominciare. Sono d’accordissimo che le pièce teatrali devono essere viste a teatro, ma i copioni, quando scritti bene, sanno suscitare emozioni a prescindere – e l’unica cosa che mi ha suscitato questo è stata la nostalgia di un mondo meraviglioso, assieme alla convinzione che se un testo non è scritto dall’autore della saga non sarà mai canon ma fanfiction o, al massimo, un ipotetico seguito per quanto approvato da J.K. Rowling. Tra i tanti romanzi, spiccano senza dubbio la serie di Karen Waves (che ancora devo recensire, mannaggia a me), la mia scoperta di Don DeLillo (quiBody art), l’amore sempre più spropositato per Erri De Luca ma soprattutto i tanti, tantissimi graphic novel letti e comprati negli ultimi mesi. Il più bello, Il suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua, di cui arriverà, credo, la recensione la prossima settimana perché al momento il libro è in Austria col moroso e voglio controllare un paio di citazioni prima di postarla.

E questo è tutto!
Nei prossimi giorni volevo postare i dieci libri del mio 2016 ma
la domanda che vi faccio ora è:
avete ricevuto bei libri a Natale? Come sono andate le feste?
Un abbraccio grandissimo,

C.

Annunci

4 pensieri su “Autumn wrap-up

  1. Ciao, le mie feste sono andate bene; non ho avuto modo di continuare un saggio in inglese, ma ho continuato un romanzo in ebook. Il testo in inglese lo ricomincerò domani. Ho ricevuto solo un libro, il cui titolo è “Ti scrivo perché ti amo. 299 lettere d’amore italiano”, curato da Guido Davico Bonino, che leggerò presto.

    Liked by 1 persona

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...