I 5 migliori libri dei primi 6 mesi dell’anno

Niente di meglio alla fine dei primi sei mesi del 2016 di fare un riepilogo delle migliori letture, giusto? Ho letto tanto, più di quanto immaginassi a gennaio – sessanta libri se non sbaglio – e farne una cernita non è stato semplice, salvo alcuni casi in cui mi è subito balzato in mente cosa dovesse assolutamente rientrare nei primi cinque. 

PhotoGrid_1467309625481

Non ho dubbi nel dire che  il più bel libro letto dei primi sei mesi dell’anno sia Sette minuti dopo la mezzanotte. Favola d’altri tempi carica d’ansia e paure nascoste dietro ogni pagina, ma anche densa di un umorismo sottile, quella raccontata da Patrick Ness è una storia di perdita che si fa pienezza, d’orrore che si maschera di tenerezza, di crescita obbligata e necessaria a contatto con una delle prove peggiori che un bambino si trovi ad affrontare. Il tutto con un pizzico di realismo magico che rende tutto ancora più geniale. Siano lodato il suo autore, e la magnifica Siobhan Dowd che gli regalò l’idea.
La perdita è anche al centro di Cronaca di un disamore di Ivan Cotroneo. Storia non-storia, quella che viene raccontata, con uno stile febbrile e spezzato, qui è esattamente quel che dice il titolo: la fine di un amore, grande, grandissimo che si è affievolito e si spegne come una candelina. Luca ricorda, rivive, non si capacita, un po’ piange e dorme, perché l’oblio del sonno cancella il dolore della veglia , ripercorre i passi compiuti e li analizza, viviseziona i momenti nel tentativo di capire come riprendersi quel futuro rubatogli da Maurizio di cui non sa né vuole fare a meno.
Tra i più belli anche Luna, piccola perla uscita in sordina anni fa che mette al centro della sua narrazione la transessualità di un adolescente e lo fa con una naturalezza, sviscerandone ogni IMG_20160630_201047aspetto senza mezzi termini, che non può non conquistare. Punto focale della storia è in realtà la sorella Regan, che ci racconta sprazzi della sua vita e di quella di Liam di giorno, Luna di notte, il suo appoggiarla incondizionatamente ma anche le sue paure e la vergogna del non essere capiti e accettati. Julie Anne Peters ha avuto il coraggio di sfondare il muro di silenzio di una tematica mai troppo affrontata e lo ha fatto in modo magistrale, ve lo garantisco.
Poi Beautiful, di Alyssa Sheinmel. Di questo libro potrei parlare per ore e ore e mai stancarmi. Tratta di una tematica particolarissima – il trapianto facciale -, ma sa parlare a tutto tondo di qualcosa che in tanti possono capire: attraverso Maisie si discute di crescita e accettazione di sé, del non riconoscersi in quello che si vede nello specchio, dello sforzo da fare per imparare a non sentire il giudizio degli altri prima del proprio, dell’amicizia che va e di quella che invece resta nonostante tutto, del ricominciare o imparare ad amarsi.
L’ultima scelta è stata la più dura, finché non mi sono ricordata di Per un giorno d’amore. Ormai è appurato che se Gayle Forman mi mandasse la sua lista della spesa o l’elenco del telefono, l’amerei, ma non pensavo che avrei adorato tanto questo romanzo. Sembrava una storia d’amore e si è rivelato un mondo intero di più. In un giorno solamente, si condensa la storia di Allyson in giro per Parigi con uno sconosciuto che gira l’Europa zaino in spalla senza una meta, ma un giorno soltanto la cambia, o meglio, le fa conoscere quella che è e ancora non conosceva. Sono le storie migliori, queste.

post-divider-right_zpsae14badc

Avete ricapitolato le vostre letture?
Quali sono le migliori per adesso?

Annunci

3 pensieri su “I 5 migliori libri dei primi 6 mesi dell’anno

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...