Chi di teaser ferisce

Oggi avevo un appuntamento, ho preso del tempo libero da un impegno che già ho per andarci e ho scoperto, una volta arrivata, che l’ufficio era chiuso. Voglia di uccidere qualcuno alle stelle, già. La soluzione è stata di andarmene dentro una libreria e comprare un paio di libri, in super mega usato, cosa che mi ha sollevato l’umore il doppio. Purtroppo non questo, perché l’ho già in ebook, ma l’ho iniziato stamani e per ora mi piace. Quindi ho pensato di condividere il prologo. Voi che leggete invece?

PhotoGrid_1460136434535

Avrei vissuto in pace. Ma i miei nemici mi hanno trascinato in guerra.
Guardo milleduecento dei loro figli e figlie più forti. Tutti ad ascoltare un Oro spietato che parla tra enormi pilastri di marmo. Ad ascoltare la bestia che ha appiccato il fuoco che mi divora il cuore.
«Tutti gli uomini non sono stati creati uguali» dichiara. Alto, imperioso, un’aquila d’uomo. «I deboli vi hanno ingannato. Costoro vi dicono che i non violenti dovrebbero ereditare la Terra. Che il forte dovrebbe accudire il delicato. Questa è la nobile menzogna della cosa chiamata Demokrazia. Il cancro che ha avvelenato l’umanità.»
I suoi occhi trafiggono gli studenti lì adunati. «Voi e io siamo Oro. Siamo la fine della linea evolutiva. Svettiamo sul cumulo di carne dell’umanità, alla guida dei Colori Inferiori. Voi avete ereditato questo retaggio» fa una pausa, studiando i volti del gruppo, «ma ciò non è privo di costi.
«Il potere deve essere reclamato. Il benessere conquistato. Il comando, il dominio, l’impero vanno comprati col sangue. Voi bambini senza cicatrici non meritate niente. Non conoscete il dolore. Non sapete cosa sacrificarono i vostri avi per porvi su queste vette. Ma, presto, lo saprete. Presto vi insegneremo perché l’Oro domina l’umanità. E prometto che, tra di voi, solo quelli adatti al potere sopravviveranno.»
Ma io non sono un Oro. Io sono un Rosso.
Costui pensa che gli uomini come me siano deboli. Mi considera idiota, fiacco, subumano. Non sono cresciuto in una reggia. Non ho cavalcato destrieri per i prati né cenato con lingue di colibrì. Sono stato forgiato nelle viscere di questo mondo tanto duro. Affilato dall’odio. Reso forte dall’amore.
Si sbaglia.
Nessuno di loro sopravviverà.

post-divider-right_zpsae14badc

Red risingRed rising. Il canto proibito
di Pierce Brown


TITOLO ORIGINALE: Red rising
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 325
La serie Red rising è così composta:
#1 Red rising. Il canto proibito (Red rising) | #2 Inedito (Golden son) | #3 Inedito (Morning star)
In uscita il 5 aprile 2016


Darrow ha sedici anni, vive su Marte ed è uno dei Rossi. La casta più bassa, minatori condannati a scavare nelle profondità del pianeta a temperature intollerabili, rischiando ogni giorno la propria vita. Ma Darrow sa di farlo per rendere abitabile la superficie di Marte, per dare una terra alle nuove generazioni. E a ripagarlo dei sacrifici c’è l’amore per Eo, bellissima e idealista.
Finché un giorno i due innamorati sono sorpresi a baciarsi in un luogo dove non avrebbero dovuto, sono processati e condannati da un giudice appartenente alla casta degli Oro, la classe dominante. E mentre Eo riceve le frustate di punizione, la sua voce si scioglie in un canto dolcissimo, un canto proibito di rivolta e speranza, lo stesso canto che era costato la vita al padre di Darrow. E ora costerà la vita a Eo.

Annunci

2 pensieri su “Chi di teaser ferisce

  1. Ciao , come ho letto il prologo del libro,che hai voluto condividere,mi sono ufficialmente innamorata di questa opera bellissima,dico così perché l’ho comprato pochi giorni fa,e sapere che ne usciranno altri due volumi,mi rende felice.Chissà quando… il primo,intanto, lo leggerò senza fermarmi… 🙂

    Franky

    Mi piace

    • Ciao Franky! 🙂
      Sono contenta ti stia piacendo! Per quel poco che ho letto finora, mi sembra davvero coinvolgente e ben scritto, oltre che originale. Spero di poterlo finire al più presto. Nel frattempo, buona lettura ❤

      Mi piace

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...