A titolo di esempio

Salve, miei cari! Come ve la passate? Qua diciamo che potrebbe andare meglio e, oltre a pensieri leggermente pieni d’ansia, c’è da registrare la ripresa dei corsi con orari improponibili che mi terranno impegnata fino a fine maggio. Ma meglio che non ci penso o finisce che mi deprimo. Oggi pomeriggio stavo finendo di scrivere una recensione ma mi è venuto in mente che erano secoli che non mettevo mano a questa rubrica: ma vi pare? Quindi sotto con tre titoli e la ripresa della gara per eleggere a fine anno il titolo peggiore! Siete pronti?

Le confessioni del cuoreTitolo italiano: Le confessioni del cuore
Titolo originale: Confess
Traduzione dell’originale: Confessa

[Recensione]

ConfessConfess nel romanzo, oltre a essere il nome della galleria di Owen, nella quale espone i quadri che dipinge, è anche l’invito esposto sulla porta principale a chiunque voglia di confessarsi, rivelare qualcosa che ha dentro in maniera del tutto anonima di modo che possa diventare il soggetto dell’arte del proprietario. Le confessioni del cuore, in un certo senso, è la stessa cosa ma mi disturba il voler ricondurre sempre l’attenzione su “sole, cuore e amore”. Sì, chiaramente questo è un romance ma credo lo si capirebbe comunque senza bisogno di esplicitarlo.

 

Non chiedermi se ti amoTitolo italiano: Non chiedermi se ti amo
Titolo originale: Me & Mr J
Traduzione dell’originale: Io e il prof J

[Recensione]

me and mr jNon mi piace il titolo italiano per niente. Allude a una storia proibita, e lo è, ma focalizza la sua intera attenzione su quello e in fondo a me, leggendo il libro, è sembrato che l’attrazione che Lara sente per il professor Jagger fosse soltanto una minima parte della narrazione e che lui fosse piuttosto quell’ancora di salvezza che una ragazzina vittima di bullismo vede in un mare nero che rischia di sommergerla. Ecco perché Me & Mr J mi è subito sembrato più appropriato.

 

Resta anche domaniTitolo italiano: Resta anche domani
Titolo originale: If I stay
Traduzione dell’originale: Se restassi

[Recensione]

If I stayQui la differenza è minima, quasi impercettibile.
If I stay implica un io che sta cercando di capire e decidere il da farsi e rispecchia quel che Mia fa per l’intero romanzo: cerca delle ragioni per restare in vita, qualcosa che le dia speranza e la convinca che vale ancora la pena di vivere, nonostante la sua famiglia sia stata spazzata via in un soffio.
Resta anche domani è una richiesta, invece, che le viene fatta, un invito, appunto, a rimanere in vita, aprire gli occhi e restare al fianco di chi ancora c’è; e, comunque, ha un senso rispetto a quel che gli altri personaggi – i nonni, la migliore amica, il suo ragazzo – le dicono e raccontano mentre è incosciente.

 

Sinceramente, non saprei scegliere. Forse alla fine punterei sulle Confessioni del cuore o su Non chiedermi se ti amo, sul secondo più che sul primo, perché mi irrita troppo quando si cerca in tutti i modi di affibbiare delle etichette a tutti i costi quando non ce n’è bisogno. E voi? Qual è il peggiore?

Un abbraccio immenso,
Cee

Annunci

2 pensieri su “A titolo di esempio

  1. Non mi piacciono nessuno dei tre, ma almeno questa volta con la Hoover non ci sono andati tanto lontani rispetto ai precedenti ^^”
    Io peggiore per me è Non chiedermi se ti amo, anche se la Newton ne ha pubblicati peggiori D:

    Mi piace

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...