Pokémon book tag

Gotta catch ‘em all, gotta catch ‘em all!

Sono sparita un paio di giorni e in realtà ora dovrei star studiando, ma la mia mente si è spenta mezz’oretta fa e ha deciso che per oggi, tra lezione e studio, non ne vuole sapere più, per cui meglio dedicarsi al blog! Spero di riuscire a tornare nei prossimi giorni operativa come fino alla settimana scorsa, esami permettendo, non so: farò il possibile per essere più presente nella blogsfera. Nel frattempo, per non farmi scoppiare il cervello nel tentativo di scrivere una recensione, ho scovato nei giorni scorsi un tag sui Pokémon e potevo forse non proporvelo?

Pokémon book tag

MetapodMETAPOD: Un libro semplice ma d’effetto

Fangirl
Fangirl di Rainbow Rowell

Libro semplice, che affronta tematiche relativamente leggere con uno stile fluido e di una dolcezza che soltanto leggendolo, immergendosi, si può capire. Ancora non è arrivato in Italia e io non faccio che domandarmi perché: se lo sapete illuminatemi!

 

BidoofBIDOOF: Un libro che hai appassionatamente odiato

After

After di Anna Todd

“Odiato” è un parolone ma divertita tantissimo nel leggerlo e spezzettarlo per distruggerne ogni singolo aspetto che non ha senso e non sta né in cielo né in Terra, sì, rende benissimo l’idea.
E sappiate che ho da finire la serie 😀

 

GarbodorGARBODOR: Un libro, dal quale ti aspettavi che non ti sarebbe piaciuto a causa della copertina, ma che alla fine hai amato

downloadIo che non vivo senza te di Laura Wiess

Tra il titolo e la copertina sembrava un disastro annunciato, eppure dopo due anni che l’ho letto conservo un ricordo più che positivo e ancora continuo a consigliarlo.
A dispetto di quanto frivolo si sia voluto farlo apparire è in realtà ben di più.

 

CharizardCHARIZARD: Un libro con un protagonista fiero

the winner's curse

The winner’s curse di Marie Rutkoski

Se dovessi scegliere quale donna di un romanzo diventare, uno dei nomi tra cui sceglierei è il suo: Kestrel è una donna decisa, forte, disposta al sacrificio, capace di non farsi mettere i piedi sulla testa in un mondo fatti di uomini. Una con le palle e contropalle. Come si fa a non volerla imitare?

 

SquirtleSQUIRTLE: Un libro che pensi sia adorabile

TrevorTrevor di James Lecesne

Prima o poi finirò la voce nel ripeterlo ma questo romanzo breve, quasi un racconto, è la tenerezza trasposta in parole, immagini e colori. Lo sto consigliando a tutti e se non l’avete ancora letto consideratevi avvertiti: lo adoro e lo venero come pochi altri libri!

 

PikachuPIKACHU: Un libro famoso che tu hai amato

L'ospite

L’ospite di Stephenie Meyer

Come si fa a non essere famoso quando la tua autrice è stata (ed è ancora) sulla bocca di un po’ tutti con la sua saga sui vampirelli luminescenti e la squinzia tontolona che inciampa sull’aria ogni due passi?
Pensavo l’avrei odiato come i libri di cui sopra, invece l’ho amato e mi ha cambiato l’idea della sua autrice.

 

JigglypuffJIGGLYPUFF: Un personaggio dal carattere debole che non hai potuto fare a meno di adorare

Hybrid

Hybrid. Quel che resta di me di Kat Zhang

Eva non ha voce, né corpo ed esiste solo quando riesce a prendere il sopravvento sulla sorella, l’anima vincitrice
eppure la sua presenza è così tangibile ed evidente, nel suo non esserci, che è impossibile non rendersene conto e non amarla man mano che le pagine scorrono via. Il grande peccato è che la serie qui da noi sia interrotta.

 

PiplupPIPLUP: Un libro che viene sottovalutato

Manuale della perfetta adultera

Manuale della perfetta adultera di Ella M. Endif

Ogni tanto me lo rileggo, e ogni volta lo amo sempre un po’ di più. In un prodotto self è raro trovare una combinazione perfetta di una trama consistente e ben sviluppata, uno stile coinvolgente, dei personaggi rappresentati a tutto tondo e una cura che – quella davvero – si trova poco spesso anche in romanzi pubblicati da una casa editrice. Se non l’avete ancora letto, rimediate!

 

RoseradeROSERADE: Un libro che ti ha intossicato così tanto da non poter smettere di leggere

L'ordine della spada

L’ordine della spada di Virginia De Winter

Io non vorrei inserirla in ogni tag, ché poi mi sembra di essere ripetitiva, ma ritrovarsi a notte fonda a leggere un mattone di quest’autrice è così semplice che nemmeno ci si rende conto che sono le quattro e forse è il caso di chiudere gli occhi un paio d’ore.
Coinvolgente, bellissimo, una delle mie saghe preferite.

Annunci

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...