Blog tour: #3 “Forse un giorno”, di Colleen Hoover

17340050Una delle cose che più ho adorato di Forse un giorno, quando lo lessi lo scorso anno in inglese, è stata senza dubbio la possibilità di poter completare la lettura con la musica. Non so voi, ma a me la lettura ha sempre assorbito parecchio, facendo sfumare tutto ciò che avevo attorno; ancora oggi, quando leggo in treno e ho le cuffie dell’ipod, raramente ricordo cosa sto ascoltando. Tuttavia, ascoltare le canzoni che Blake e Ridge erano impegnati a stendere mi ha non poco coinvolta/sconvolta, perché, giuro, completano davvero le scene, riempiono la narrazione, caricano di un ulteriore significato quel che già – neanche avessimo dei dubbi visto chi è la scrittrice – è favoloso.
Ragion per la quale, come tappa di oggi di questo meraviglioso blog tour, potevamo forse mancare di approfondire le canzoni scritte appositamente da Griffin Peterson per il libro? Per chi non lo sapesse, tra l’altro, Griffin è quel manzo di ragazzo che sta sulla copertina dell’edizione americana di Losing hope. Eh, già, quello che vedete qua affianco. Ma forse non tutti sanno chi è! Nato nel Wisconsin, fin da piccolo appassionato di musica – tanto da restar sveglio la notte pur di ascoltare le nuove uscite radiofoniche -, a dodici anni riceve per Natale la sua primagriffin-peterson-musician chitarra ma è solo quando ne compie diciotto che capisce, scrivendo la sua prima canzone, quanto la musica conti per lui. Dopo una laurea in Music Business all’Università di Belmont, partecipa alla dodicesima edizione di American Idol, al seguito della quale riceve la chiamata di Colleen Hoover che gli domanda di scrivere delle canzoni originali per Forse un giorno. Il resto è storia, e, quindi, adesso una sbriciatina – e un po’ di più – a queste tanto nominate canzoni ora gliela dobbiamo proprio dare!

post-divider-lefttumblr_inline_nlri0gzakr1qamk1l_500
LIVING A LIE
VIVENDO UNA BUGIA

Prima tra le canzoni che compaiono nel romanzo, Living a lie è la canzone che Sydney scrive ancora prima di conoscere Ridge, durante una delle sue serate passate ad osservare il bel ragazzo del balcone di fronte che suona in terrazza senza mai cantare. Ed è di una bellezza struggente, perché tra le righe si nasconde quel che gli occhi ancora non riescono a vedere, figuriamoci la mente ad accettare. Se la volete sentire, la trovate qui.

IO: Ti manca solo l’idea di lui. Non eri felice nemmeno prima di scoprire che ti tradiva. Stavi con lui solo perché era ‘comodo’. Ti manca la relazione, non Hunter. (…)
SYDNEY: Come puoi dire che non ero felice? Lo ero. Finché non ho scoperto cosa stava facendo. Pensavo davvero che fosse quello giusto.
IO: No, non lo pensavi. Volevi che lo fosse, ma non è così che ti sentivi realmente.

With a left twist and a flick of my wrist Con una svolta a sinistra e un movimento del polso
There’s a drink poured, oh I know you want more Si versa il drink , oh so che ne vuoi ancora
You want more Ne vuoi ancora
You say tilt that bottle all the way up Dici di inclinare la bottiglia del tutto
Till you can’t see the bottom of your cup Finché non riuscirai più a vedere il fondo del bicchiere
Of your cup Del bicchiere
I say hold on, just start with one Ho detto “aspetta, inizia con uno”
You look at me and say, that’s no fun Mi hai guardato e detto “non è divertente”
No fun “Non è divertente”
Cuz you can’t feel your feelings go away Perché non ti libererai dei tuoi sentimenti
With only one drink, it’s been a long day Solo con un drink, è stata una lunga giornata
A long day Una lunga giornata
And then you say E poi dici
You don’t know me like you think you do Non mi conosci come pensi
I pour me one when I really want two Me ne verso uno ma ne voglio due
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
You think we’re good, but we’re really not Pensi che tra noi vada bene, ma non è così
You could’ve fixed things, but you missed your shot Potevi sistemare le cose, ma hai perso l’occasione
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
With a right turn, the tires start to burn Una svolta a destra, e le ruote iniziano a bruciare
I see your smile; it’s been hiding for a while Vedo il tuo sorriso, è un po’ che si nasconde
For a while È un bel po’
Your foot pushes down against the ground Batti il piede a terra
The world starts to blur Il mondo inizia a sfocare
Can’t remember who you were Non ricordo più chi eri
Who you were Chi eri
I yell slow down, we’re almost out of town Grido, “rallenta, siamo quasi fuori città”
The road gets rough, have you had enough La strada si fa impervia, ne hai avuto abbastanza
Enough Abbastanza
You look at me, start heading for a tree Mi guardi, t’incammini verso un albero
I open up the door, can’t take anymore Io apro la portiera, non ce la faccio più
Anymore Non ce la faccio più
And then I say E poi dico
You don’t know me like you think you do Non mi conosci come pensi
I pour me one when I really want two Me ne verso uno ma ne voglio due
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
You think we’re good, but we’re really not Pensi che tra noi vada bene, ma non è così
You could’ve fixed things, but you missed your shot Potevi sistemare le cose, ma hai perso l’occasione
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
And then you say E poi dici
You don’t know me like you think you do Non mi conosci come pensi
I pour me one when I really want two Me ne verso uno ma ne voglio due
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
You think we’re good, but we’re really not Pensi che tra noi vada bene, ma non è così
You could’ve fixed things, but you missed your shot Potevi sistemare le cose, ma hai perso l’occasione
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia
Oh, you’re living a lie Oh, stai vivendo una bugia
Living a lie Vivendo una bugia


SOMETHING
– QUALCOSA

Something è, scusate il giro di parole, decisamente qualcosa. Scritta, stavolta da Ridge, ben prima di conoscere Sydney, è di una tristezza disarmante. La fine di un amore, la tenerezza dell’affetto, la speranza di un futuro migliore per chi non ami più come credevi avresti fatto. Mi si squaglia il cuore. Qui per sentirla.

Quando la canzone finisce, mi risiedo sul letto. Gli chiederei del testo e del significato nascosto dietro quelle parole, ma non sono sicura di volerlo sapere. Preferisco sentirla di nuovo senza che lui mi guardi, perché è davvero difficile concentrarsi quando mi fissa in quel modo. Ha il mento poggiato sulle mani e mi sta guardando come se niente fosse. Cerco di nascondere il sorriso, ma è dura. E subito dopo ne vedo comparire uno sulle sue labbra, prima di prendere in mano il cellulare.

I keep wondering why I can’t say bye to you Continuo a chiedermi perché non sappia dirti addio
And the only thing I can think of is the truth E non riesco a pensare ad altro che alla verità
It’s hard to start over keep checking that rearview too È difficile ricominciare continuando a guardare indietro
But something’s coming Ma qualcosa è in arrivo
Something right for you Qualcosa di giusto per te
Just wait a bit longer Aspetta solo un altro po’
You’ll find something you wanted Troverai qualcosa che vuoi
Something you needed Qualcosa di cui hai bisogno
Something you want to have repeated Qualcosa che vorrai ancora e ancora
Oh, that feeling’s all right Oh, è una bella sensazione
You’ll find that if you listen Lo troverai se resti in ascolto
Between all the kissing Tra tutti I baci
What made it work Quello che lo faceva funzionare
Wound up missing Non c’è più
That seems about right Oh, sembra proprio sia così 
I guess I thought that we would always stay the same Forse pensavo che saremmo sempre rimasti gli stessi
And I can tell that you find somebody to blame E vedo che hai trovato qualcuno con cui prendertela
And I know in my heart in my mind it’s all a game E sento nel profondo del cuore nella mia mente, che è tutto un gioco
Our hopes and wishes won’t relight the flame Le nostre speranze, i nostri desideri non ravviveranno la fiamma
Just wait a bit longer Aspetta solo un altro po’
You’ll find something you wanted Troverai qualcosa che vuoi
Something you needed Qualcosa di cui hai bisogno
Something you want to have repeated Qualcosa che vorrai ancora e ancora
Oh, that feeling’s all right Oh, è una bella sensazione
You’ll find that if you listen between all the kissing Lo troverai se resti in ascolto tra tutti i baci
What made it work, wound up missing Quello che lo faceva funzionare non c’è più
Oh that seems about right Oh, sembra proprio sia così
You don’t ever have to wonder Non dovrai più interrogarti
Cuz you will always know Perché saprai sempre
That what we had was for sure Che quello che avevamo era vero
Now that thing is no more Ma ora non c’è più
You’ll find what you wanted Troverai ciò che vuoi
You’ll find what you needed Troverai ciò di cui hai bisogno
You’ll find what you wanted Troverai ciò che vuoi
You’ll find what you needed Troverai ciò di cui hai bisogno
You’ll find what you needed Troverai ciò di cui hai bisogno


A LITTLE BIT MORE 
– UN PO DI PIÙ

Poi c’è una delle mie scene preferite in assoluto del libro, legata inevitabilmente a una canzone: A little bit more. E niente, non posso commentarvela perché quel che vorrei dire si ridurrebbe, al momento, a qualcosa che possiamo riassumere con ASDFGHJKL!
Per sentirla cliccate qui.

Si avvicina ancora di più e mi fa scivolare un braccio sotto il collo.
Oh.
Adesso è perfino più vicino di prima.
Ora il viso è sopra il mio. Mi scavalca con un braccio, prende la chitarra e me la preme contro il fianco opposto a dove è sdraiato. Mi sta ancora osservando con uno sguardo mirato a produrre un effetto calmante.
Non funziona. Non mi sta calmando per niente.
China la testa sul mio petto e preme la guancia contro la mia maglia.
Oh, perfetto. Ora sente sicuramente il mio battito impazzito. Chiudo gli occhi desiderando morire per l’imbarazzo, ma non c’è tempo… perché Ridge inizia a pizzicare le corde della chitarra al mio fianco. Mi rendo conto che sta suonando con tutte e due le mani: una da sopra di me, e l’altra da sotto la mia nuca. Tiene la testa contro il mio petto, e sento i suoi capelli sfiorarmi il collo. Per suonare la chitarra con tutte e due le mani, mi sta praticamente sdraiato sopra.
Oh, Gesù bambino mio bello.

Why don’t you let me Perché non lasci
Take you away Che ti porti via
We can live like you wanted Potremmo vivere come volevi
From place to place Da un posto a un altro
I’ll be your home Sarò io la tua casa
And we can make our own Possiamo costruircene una nostra
Together makes it pretty hard Perché insieme è davvero difficile
to be alone stare soli
And we can have everything we ever wanted Possiamo avere tutto ciò che abbiamo sempre voluto
And just a little bit more E anche un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
I’ll bring my suitcase Io porterò la mia valigia
You bring that old map Tu porta quella vecchia mappa
We can live by the book Possiamo vivere secondo le regole
But we can never go back O non tornare mai più
Feeling the breeze Sentire la brezza
Never felt so right Non mi è mai sembrato così giusto
We’ll watch the stars Guarderemo le stelle
until they fade into light Finché svaniranno nella luce
And we can have everything we ever wanted Possiamo avere tutto ciò che abbiamo sempre voluto
And just a little bit more E anche un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
And we can have everything we ever wanted Possiamo avere tutto ciò che abbiamo sempre voluto
Everything we ever needed Tutto ciò di cui abbiamo sempre avuto bisogno
I know you’re scared So che sei spaventata
You’re scared to leave it Spaventata di lasciarlo
Nothing’s wrong with a heart that’s beating Non c’è niente di male in un cuore che batte
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più
Just a little bit more Un po’ di più


MAYBE SOMEDAY 
– FORSE UN GIORNO

Ed arriviamo alla canzone che fa da titolo al libro ed è un po’ come negli album, in fondo: quella che l’artista o il gruppo sceglie per rappresentare l’intero lavoro, che ne è un po’ la chiave, rappresenta il tutto. Sentire per credere.

Penso che il vero motivo per cui stasera non riesco a scrivere sia che ogni verso che finisce sul foglio parla di Ridge, e so che Ridge saprà leggere tra le righe. Ha recuperato il foglio dalla spazzatura e l’ha letto, per cui si sarà già fatto un’idea. Eppure… è qui, e vuole che finisca la canzone.

Seeing something from so far away Vedendo qualcosa da così lontano
Get a little closer every day Ogni giorno si fa più vicino
Thinking that I want to make it mine E penso che voglio farlo mio
I’d run for you if I could stand Correrei da te, se potessi farcela
But what I want I can’t demand Ma non posso pretendere ciò che voglio
Cuz what I want is you Perché ciò che voglio sei tu
And if I can’t be yours now E se non posso essere tuo adesso
I’ll wait here on this ground Aspetterò qui, su questa terra
Til you come, til you take me away Finché verrai, finché verrai a portarmi via
Maybe someday Forse un giorno
Maybe someday Forse un giorno
I try to ignore what you say Cerco di ignorare quello che dici
You turn to me, I turn away Ti volti verso di me, io mi volto altrove
But Cupid must have shot me twice Ma Cupido deve avermi colpito due volte
I smell your perfume on my bed Sento il tuo profumo sul mio letto
Thoughts of you invade my head Pensieri di te m’invadono la mente
Truths are written, never said Le verità sono scritte, mai dette
And if I can’t be yours now E se non posso essere tuo adesso
I’ll wait here on this ground Aspetterò qui, su questa terra
Til you come, til you take me away Finché verrai, finché verrai a portarmi via
Maybe someday Forse un giorno
Maybe someday Forse un giorno
You say it’s wrong, but it feels right Dici che è sbagliato, ma sembra giusto
You cut me loose, then hold on tight Mi lasci libero, poi mi tieni a te
Words unfinished, like our song Parole incompiute, come la nostra canzone
Nothing good can come this way Niente di buono può attenderci
Lines are drawn, but then they fade I confine sono segnati, ma poi scompaiono
For her I bend, for you I break Per lei mi piego, per te mi spezzo
And if I can’t be yours now E se non posso essere tuo adesso
I’ll wait here on this ground Aspetterò qui, su questa terra
Til you come, til you take me away Finché verrai, finché verrai a portarmi via
Maybe someday Forse un giorno
Maybe someday Forse un giorno


I’M IN
TROUBLE SONO NEI GUAI

Ebbene sì, Ridge. Sei decisamente nei guai, e questa canzone parla più che chiaro.

Credo che sappiamo entrambi che hanno a che fare con noi, ma ciò non sembra frenarci. Se continueremo ad avere momenti come questo con parole così oneste – decisamente troppo oneste – ci cacceremo entrambi nei guai. Abbasso velocemente lo sguardo quando nuove parole iniziano a farsi largo nella mia mente (…) Mi rifiuto di alzare di nuovo lo sguardo su di lei mentre scrivo. Resto concentrato sulle parole che sembrano fluire dalla punta delle mie dita ogni volta che sono insieme a lei. Non mi domando cosa sia a ispirarmi, o cosa vogliano dire.
Non me lo domando… perché è ovvio.

Why don’t we keep, keep it simple Perché non la facciamo semplice
You talk to your friends Tu parla con i tuoi amici
and I’ll be here to mingle e io sarò qui a fare amicizia
You know that I, I want to be Ma sai bene che io vorrei essere lì
Right by your side where I ought to be Lì al tuo fianco, è quello il mio posto
You know that I, that I can see E sai che io che io lo vedo
The way that your eyes seem to follow me Il modo in cui i tuoi occhi sembrano seguirmi
But I must confess my interest E devo ammettere il mio interesse
The way that you move when you’re in that dress Il modo in cui ti muovi con quel vestito addosso
It’s making me feel like I want to be Mi fa sentire come se volessi essere
The only man that you ever see L’unico uomo che vedrai mai
Whoa o o o I’m in trouble, trouble Whoa oh, oh, oh sono nei guai, nei guai
Whoa o o o I’m in trouble now Whoa oh, oh, oh sono nei guai adesso
Whoa o o o I’m in trouble, trouble Whoa oh, oh, oh sono nei guai, nei guai
Whoa o o o I’m in trouble now Whoa oh, oh, oh sono nei guai adesso
I see you some places from time to time Ti vedo in qualche posto di tanto in tanto
You keep to your business and I, I keep to mine Te ne stai per i fatti tuoi e io per i miei 
But you know that I, I want to be Ma sai bene che io vorrei essere lì
Right by your side where I outgha be Lì al tuo fianco, è quello il mio posto
You know that I, that I can see E sai che io che io lo vedo
The way that your eyes seem to follow me Il modo in cui i tuoi occhi sembrano seguirmi
And I must confess my interest E devo ammettere il mio interesse
The way that you move when you’re in that dress Il modo in cui ti muovi con quel vestito addosso
It’s making me feel like I want to be Mi fa sentire come se volessi essere
The only man that you ever see L’unico uomo che vedrai mai
Whoa o o o I’m in trouble, trouble Whoa oh, oh, oh sono nei guai, nei guai
Whoa o o o I’m in trouble now Whoa oh, oh, oh sono nei guai adesso
Whoa o o o I’m in trouble, trouble Whoa oh, oh, oh sono nei guai, nei guai
Whoa o o o I’m in trouble now Whoa oh, oh, oh sono nei guai adesso


IT’S YOU
 – SEI TU

Una delle mie canzoni preferite, una delle parti del libro che più ho amato. Non so descrivervela, so solo che è perfetta, nel modo più assoluto del termine, per questa scena e questa storia e niente, ascoltatela mentre leggete.

Ho passato gran parte della notte a guardarti dormire, perciò una delle fantasie che ho su di te posso archiviarla. Ho anche scritto il testo di un’intera canzone, sfortunatamente per Brennan. Non avevo con me la chitarra e l’ho costretto a inciderla al volo alle cinque di mattina per potertela lasciare.

Baby everything you’ve ever done Tesoro, tutto ciò che hai fatto
Underneath this here sun Sotto questo sole
It doesn’t even matter anymore Non importa nemmeno più
Oh of this I’m sure Di questo sono sicuro
Cuz you’ve taken me Perché mi hai portato
Places I want to be Dove volevo andare
And you’ve shown me E mi hai mostrato
Everything that I could ever Tutto quello che
Want to see Che avrei mai voluto vedere
You, you know it’s Tu lo sai
You know it’s you Sai che sei tu
I’ll think about you every single day Penso a te ogni giorno
Trying to think of something better to say Cercando di trovare qualcosa di meglio da dire
Maybe Hi, How are you Forse “ciao, come stai”
Not just anything will do Niente può andar bene
Cuz you’ve taken me Perché mi hai portato
Places I want to be Dove volevo andare
And you’ve shown me E mi hai mostrato
Everything that I could ever Tutto quello che
Want to see Che avrei mai voluto vedere
You, you know it’s Tu lo sai
You know it’s you Sai che sei tu


HOLD ON TO YOU 
– AGGRAPPATO A TE

Vorrei potervi dir qualcosa di sensato su queste canzoni, davvero. Ma quel che ancora mi stupisce è quanto siano appropriate, sembrino scritte dalla stessa persona che le scrive nel libro ed è un qualcosa che non so spiegare. Tipo questa canzone. Mi dà i brividi, è così decisamente scritta da Ridge, coi suoi sentimenti, che non so: ascoltatela e basta, amici.

Ci sono solo ventisei lettere nell’alfabeto inglese. Verrebbe da pensare che con ventisei lettere non si possa fare poi molto. Verrebbe da pensare che non siano molte le sensazioni che possano suscitare quando le si combina per comporre delle parole.
Ma non è così. Le emozioni che quelle ventisei lettere possono suscitare in una persona sono infinite, e questa canzone ne è la prova. Non capirò mai com’è possibile che una manciata di parole, messe una dopo l’altra, possa cambiare una persona, ma questa canzone, queste parole, mi stanno completamente cambiando. È come se il mio “forse un giorno” sia appena diventato “in questo momento”.

The cool air running through my hair Con l’aria fredda sui capelli
Nights like these, doesn’t seem fair In notti come queste, non sembra giusto
For you and I to be so far away Che tu e io siamo così lontani
The stars all shimmer like a melody Le stelle brillano come una melodia
Like they’re playing for you and me Come se stessero suonando per te e per me
But only I can hear their sound Ma solo io riesco a sentirle
Maybe if I ask them they will play for you Forse se glielo chiedo, suoneranno per te
I try wishing on one, maybe I’ll try two Proverò a esprimere un desiderio con una, forse due
It doesn’t look like there’s much for me to do Non c’è poi molto che io possa fare
I want to hold on to you Voglio restare aggrappato a te
Just like these memories I can’t undo Come a questi ricordi che non riesco a cancellare
I want to hold on to you Voglio restare aggrappato a te
Without you here that’s kinda hard to do Ma senza averti qui è difficile
I want to hold Voglio restare aggrappato
I want to hold on to you Restare aggrappato a te
The front seat’s empty and I know Il sedile davanti è vuoto, e so
When it’s just me I seem to go Che quando sono solo mi sembra di andare
To places I never wanted to In posti dove non sono mai voluto andare
I need you here to be a light Ho bisogno di averti qui come mia luce
Star in the sky brighten up my night Stella nel cielo che illumina la mia notte
Sometimes I need the dark to see A volte serve il buio per vedere
So come on, come on, turn it on for me Andiamo, forza, accendila per me
Just a little light and I’ll be able to see  Una luce soltanto, e io vedrò
Promise like a comet you won’t fly by me Promettimi che non sarai solo una meteora 
I want to hold on to you Voglio restare aggrappato a te
Just like these memories I can’t undo Come a questi ricordi che non riesco a cancellare
I want to hold on to you Voglio restare aggrappato a te
Without you here that’s kinda hard to do Ma senza averti qui è difficile
I want to hold Voglio restare aggrappato
I want to hold on to you Restare aggrappato a te


LET IT BEGIN
– LASCIA CHE INIZI

E ciao, cosa vi aspettate che vi dica su questa canzone? Sto ancora frignando pateticamente sulla scena, non potete pensare che possa razionalmente dirvi qualcosa di buono adesso. Se non: voglio anche io un Ridge che mi scriva cose così. Qui per sentirla.

Tengo gli occhi fissi sulle dita che pizzicano le corde della chitarra. Lancio un’occhiata a Brennan, che si china in avanti e inizia a cantare a tempo con la musica. Poi guardo Warren, e anche lui inizia a segnare le parole.
Scruto lentamente tra la folla e la trovo di nuovo.
I nostri sguardi s’incrociano.
E stavolta non lo distolgo.

Time went fast Il tempo è passato in fretta
Time went fast till it was gone È passato in fretta e se n’è andato
Think it’s right Pensi sia giusto
Think it’s right until it’s wrong Pensi sia giusto finché diventa sbagliato
Even after all this time I still want you Anche dopo tutto questo tempo ti voglio ancora
Even after all my mind put me through Anche dopo ciò che la mia mente mi ha costretto ad attraversare
So won’t you Lascerai
Won’t you let it begin Lascerai che inizi
So won’t you Lascerai
Won’t you let it begin Lascerai che inizi
You hold it out Allunghi una mano
You hold your heart out in your hand Allunghi una mano e mi offri il tuo cuore
I snatch it up E io lo prendo
I snatch it up fast as I can Lo prendo più veloce che posso
Even after all this time I still want you Anche dopo tutto questo tempo ti voglio ancora
Even after all my mind put me through Anche dopo ciò che la mia mente mi ha costretto ad attraversare
I stand here at your door Resterò qui sulla tua soglia
Until you come and let me in Finché non mi farai entrare
I want to be your end Voglio essere la tua fine
But you gotta let it begin Ma devi lasciare che inizi
So won’t you Lascerai
Won’t you let it begin Lascerai che inizi
So won’t you Dirai
Won’t you just say when Dirai semplicemente “quando”

Vi son piaciute le canzoni di Griffin Peterson? Qualora le voleste scaricare, vi segnalo la possibilità di farlo gratuitamente qui, un link al quale potete trovare anche It’s you e Hold on to you acustiche. Non so per quanto ancora esisterà questa possibilità, per cui affrettatevi ❤

post-divider-right_zpsae14badc

10998321_805778346125687_4581983119681153089_oTitolo: Forse un giorno
Titolo originale: Maybe someday
Autrice: Colleen Hoover
Traduttrice: Laura Liucci
Editore: Leggereditore
Anno: 2015
Pagine: 384

Sydney Blake, un’aspirante musicista di vent’anni, ha una vita invidiabile: frequenta il college, ha un buon lavoro, è innamorata del suo meraviglioso ragazzo Hunter e convive con la sua migliore amica Tori. Ma tutto cambia quando scopre che Hunter la tradisce con Tori. Ora Sydney deve decidere che ne sarà della sua vita.
È attratta da Ridge Lawson, il suo misterioso vicino. Non può staccargli gli occhi di dosso e non può fare a meno di starsene ad ascoltarlo mentre suona la chitarra sul balcone della sua stanza. La sua musica le dà armonia e vibrazioni. E anche Ridge non può far finta di ignorare che c’è qualcosa in Sydney: a quanto pare, ha trovato la sua musa. Quando, finalmente, si incontrano, scoprono di avere bisogno l’uno dell’altra…

CALENDARIO

23 Marzo: Intervista all’autrice – Bookish Advisor
25 Marzo: Secondo Epilogo – Please Another Book
27 Marzo: Approfondimento sulle musiche di Griffin Peterson – Se solo sapessi dire
29 Marzo: Approfondimento Maybe Not – Coffee and Books
31 Marzo: Approfondimento sui personaggi – Walks With Gio
2 Aprile: Character Interview – Chronicles of A Bookaholic
4 Aprile: Post di chiusura – Chiaraleggetroppo

tumblr_inline_nlri1q64xX1qamk1l_500
Ma pensavate fosse tutto qui? Ebbene no, partecipando al blog tour e seguendone le tappe, potete provare a vincere una copia del libro, messa a disposizione dalla casa editrice: vi basta cliccare qui!

Annunci

20 pensieri su “Blog tour: #3 “Forse un giorno”, di Colleen Hoover

  1. Bellissima canzoni*-* Io amo alla follia Something*-* l’ha metterò sul mio mp3 al piu presto*-* anche se penso metterò anche tutte le altre perché i testi sono tutti meravigliosi!

    Mi piace

  2. Questa è una delle tappe più interessanti *_* nonostante io adori ascoltare musica e leggere, non posso fare le due cose contemporaneamente <.< perché quando mi metto ad ascoltare la musica o la mia mente se ne va altrove o mi metto a canticchiare, e quindi non riesco a concentrarmi sul libro XD
    Comunque ne ho ascoltate un paio e sono davvero molto belle ** credo che le ascolterò a ripetizione prima di leggere il libro!

    Liked by 1 persona

    • Ti capisco proprio, io non mi accorgo di niente quando leggo! Però queste sembrano scritte proprio dai personaggi in questione, è una cosa così particolare che davvero non mi era mai successa. Non so come ci siamo riusciti!

      Mi piace

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...