Recensione: “Le coincidenze dell’amore”, di Colleen Hoover

Buona giornata, amici lettori! Passato un buon weekend?
Oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto infinite volte, che ho consumato e che ogni volta mi riduce a pezzettini piccoli e sottili senza pietà; un libro che mi sento di consigliarvi che saprà conquistare anche quelli scettici riguardo al suo genere e al pubblico a cui si rivolge: Le coincidenze dell’amore, di quella sadica di Colleen Hoover. Ma, prima di lasciarvi alla recensione, devo assolutamente ringraziarvi per l’amore spropositato che mi è caduto addosso dopo il post su Trevor, di James Lecesne. Sono felicissima che abbia spinto qualcuno a comprarlo o prenderlo in considerazione come futura lettura: non ve ne pentirete.
Buon inizio di settimana ❤
copCoincAmore2Titolo: Le coincidenze dell’amore [TO Hopeless]
Serie: Hopeless #1
Autrice: Colleen Hoover
Traduttore: Lisa Maldera
Casa editrice: Leggereditore
Anno: 2013
Pagine: 384

Meglio una verità che lascia senza speranza o continuare a credere nelle bugie? Sky non ha mai provato il vero amore: ogni volta che ha baciato qualcuno, ha solo sentito il desiderio di annullarsi, nessuna emozione, nessuna dolcezza. Ma quando Sky incontra Holder, ne è subito affascinata e spaventata insieme. C’è qualcosa in lui che fa riemergere quello che lei aveva spinto nel profondo della sua anima, il ricordo di un passato doloroso che torna a turbarla. Sebbene sia determinata a starne lontano, il modo in cui Holder riesce a toccare corde del suo cuore, corde che nessuno riesce neppure a sfiorare, fa crollare le difese di Sky. Il loro legame diventa sempre più intenso, ma anche Holder nasconde un segreto, che una volta rivelato cambierà la vita di Sky per sempre. Soltanto affrontando coraggiosamente la verità, senza rinunciare all’amore e alla fiducia che provano l’uno per l’altra, Holder e Sky possono sperare di curare le loro ferite emotive e vivere fino in fondo il loro rapporto.

Delle volte capita di trovarsi tra le mani una bomba pronta a esplodere, nascosta dentro un bellissimo pacco regalo, incartata magnificamente, col titolo accattivante, forse un po’ banale, da parte di una scrittrice di un genere che ami e ti dici “perché no?, Vediamo com’è”. Credi di imbatterti nella solita favoletta adolescenziale, nella nascita delicata al punto giusto del primo amore tra due ragazzi normali, dei primi problemi di coppia, del loro saperli superare o naufragare insieme a essi; e invece finisci singhiozzando distesa sotto le coperte, con la nettissima convinzione che no, proprio non te lo aspettavi. Le coincidenze dell’amore – o, come preferisco chiamarlo io, Hopeless – è uno schiaffo che non vedi arrivare, la cui potenza è intensificata dalla capacità dell’autrice di trascinarti in quella che a tutti gli effetti ti sembra la banale storia di due adolescenti che incrociano, correndo e scontrandosi, le loro vite ma che in realtà non è che il preambolo, l’apice a cui arrivare per poi cadere a velocità supersonica come dalle montagne russe trattenendo il fiato fino alla fine. E, devo ammetterlo, Colleen Hoover me l’ha fatta. Più di una volta, considerato quante volte abbia già riletto questo romanzo, il che la dice lunga su quanto io sia imbarazzantemente innamorata di ogni singola lettera che ha scritto. Per cui no, non lo so se son capace di raccontarvi qualcosa che abbia una parvenza di logica riguardo questo libro, perché il fatto è che va letto con lo stomaco, con il cuore e con la pelle e lasciar stare la razionalità, per farsi conquistare da tutto quello che ha da dire. Perché ha proprio tanto di cui parlare.
Le coincidenze dell’amore è la storia del caso o del destino, a seconda di come lo si interpreta. Caso o destino che in qualche modo concorrono nel far sì che le strade di Sky e Holder si intreccino in maniera indissolubile, imbarazzante pure alle volte, ma permanente, a creare un legame così profondo da trascendere l’età dei due ragazzi e la ragione. Due ragazzi che avrebbero potuto benissimo continuare a vivere la loro vita separati senza alcun problema, ma che si ritrovano a incontrarsi, scontrarsi e rincorrersi – letteralmente, anche – più e più volte; ragazzi che in fondo sono la stessa faccia della stessa medaglia, una maschera di ironia e impenetrabilità ben costruita, dai colori sgargianti e capace di fregarsene di ciò che gli altri pensano di questa; due ragazzi per i quali viene facile patteggiare, perché la loro sembra una storia già scritta, fin dalla prima parola, la tiepida seppur prepotente nascita di un primo amore che fa palpitare e non è poi dissimile da tanti libri in giro dello stesso genere; se non che la Hoover sia così abile da nascondere un coltello all’interno della torta ipercalorica che si sta divorando e decida che non basta far sognare, è molto meglio far lacrimare a ogni parola. E, mannaggia a lei, ci riesce proprio bene. 

“Sono arrabbiata con lui per il fatto che sia qui, ma sono ancora più arrabbiata con me stessa perché desidero che ci rimanga. Non importa quanto vorrei urlargli di andarsene, mi ritrovo a sperare che mi stringa ancora più forte. Vorrei chiudere quest’abbraccio con un lucchetto e buttare via la chiave, perché noi ci apparteniamo e ho troppa paura che possa andarsene di nuovo […] “Non importa quanto tu possa avermi fatto arrabbiare, non ho smesso un solo secondo di desiderare che fossi qui con me.”

Proprio per il modo sublime col quale la Hoover ha sparso indizi qua e là nei capitoli, non è semplice riassumerne la trama senza aggiungere per sbaglio troppo di quello che è bellissimo e destabilizzante scoprire leggendo. Potrei farvela semplice e dirvi che Sky è una ragazzina spensierata e senza grilli per la testa, eccitata dall’inizio della scuola che non ha mai frequentato perché istruita a casa dalla madre allergica a tutto ciò che è modernità ma allo stesso tempo triste per l’imminente partenza della migliore amica per l’Europa; e dire che Holder è quello che tutti definiscono un cattivo ragazzo, così pessimo che le dicerie sul suo conto si susseguono senza sosta e credere ai pettegolezzi diventa facile, quando ti insegue fuori da un supermercato o sbuca casualmente nello stesso tratto di strada in cui stai correndo anche tu. Ma, in fondo, non è proprio questo. Perché Sky e Holder hanno un passato in comune di cui non sono a conoscenza e il tirarlo fuori dai sentieri della memoria dimenticati è tutto fuorché scontato e facile. Tuttavia, la cosa eccezionale di questo libro è la meravigliosa caratterizzazione dei personaggi, così ben tratteggiati da fuoriuscire dalle pagine che danno loro vita e rendersi reali a tal punto che penserete che esistano sul serio e li potrete incontrare se capitate dalle loro parti. Perché Sky è una ragazza fenomenale, ironica e coraggiosa come poche altre che ho incontrato, un’iniezione di vita a lunga durata e Holder è il ragazzo perfetto e prendersi una cotta è facile come bere un bicchier d’acqua dopo ore sotto al sole: divertente, premuroso e, nonostante dica e ribadisca di aver perso la speranza, capacissimo di amare con tutto il cuore e anche di più, mettere gli altri al di sopra di sé senza pensarci minimamente. Ed esserci anche quando non si può migliore le cose, che è tra le cose più difficili da fare.

«Mi sta uccidendo, Sky» dice, con voce più calma. «Mi sta uccidendo, perché non voglio che passi un altro giorno senza che tu sappia come mi sento. E non sono pronto a dirti che sono innamorato di te, perché non lo sono. Non ancora. Ma qualsiasi cosa sia questo sentimento, è molto di più che una semplice attrazione. È davvero molto di più. E nelle ultime tre settimane ho cercato di capire cosa fosse. Ho cercato di capire perché non esiste una parola in grado di descriverlo. Voglio dirti esattamente come mi sento ma non c’è una sola fottuta parola in tutto il dizionario capace di descrivere questo punto a metà fra l’amarsi e il volersi. Ma ho bisogno di quella parola, mi serve. Ne ho bisogno perché voglio che tu mi senta dirla.»

Diviso in due metà nette e ben distinte, in cui la prima scivola via leggermente mentre la seconda ti pugnala alle spalle ad ogni riga, Le coincidenze dell’amore è un libro per un pubblico effettivamente più adulto di quello a cui sembra indirizzato, che affronta con delicatezza e senza alcuna traccia di morbosità tematiche difficili che in alcuni momenti sono diventate troppo, da leggere tranquillamente, e travolgono come un treno in corsa non lasciando alcuno scampo. Non avvicinatevici impreparati, amici e amiche, perché vi colpirà dritto dritto dove più fa male ma di quel male che fa bene, necessario perché sì, è un romanzo che rimane dentro a distanza di tempo. E se ve lo dico io che l’ho letto esattamente un anno fa per la prima volta, potete starne sicuri!

Una delle cose che mi piace di più dei libri è la capacità di definire e condensare larghe porzioni della vita di un personaggio in un solo capitolo. È intrigante, perché nella vita vera non si può fare. Non puoi semplicemente chiudere un capitolo e saltare le cose che non ti va di rivivere e passare a un momento che ti piace di più. La vita non è divisa in capitoli… è divisa in minuti. Gli eventi sono assemblati insieme, minuto dopo minuto, senza tagli temporali o pagine bianche o salti, perché non importa cosa accade, la vita semplicemente succede e continua ad andare avanti e le parole fluiscono e le verità continuano a scaturire che ti piacciano o no, e nulla ti lascia mai un accidente di attimo di pausa per riprendere fiato. Ho bisogno di un fine capitolo. Ho bisogno di riprendere fiato, ma non so come.

Voto: ❤❤❤❤❤

Annunci

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...