Sabato shopping! #1

Qualche domenica fa sono stata alla rievocazione medievale del mio Comune e mi sono persa tra le bancarelle dell’usato. Mia madre, mia zia, persino mio cugino di otto anni, ogni santissima volta che mi parlavano senza ricever risposte oppure mi perdevano di vista, tiravan fuori sospiri e alzate di spalle venendomi a tirare per le orecchie di fronte alla pila di libri che stavo accumulando e spulciando con dovizia certosina. Se da una parte i libri a poco prezzo mi eccitano come un bambino la vigilia di Natale, d’altra parte mi si stringeva il cuore, nel veder capolavori venduti a cinquanta centesimi o un euro. Avrei voluto comprar tutto, portarmi dietro anche il signore gentile che rideva quando dicevo a mia mamma che no, di libri non se ne hanno mai abbastanza e se solo avessi un lavoro stabile la mia situazione non cambierebbe granché visto che già so come spenderei ogni centesimo, tra libri e abbigliamento. Mi piacciono tantissimo gli ebook, sono la salvezza di ogni portafoglio ed è indubbio che la praticità di un ebook reader nessun altro saprà mai darla, ma il mio bisogno di carta mi spinge a voler stringere tra le dita i libri, a volerli vedere esposti sulle mie mensole, anche se lo spazio non basta mai e li sto accatastando sul pavimento, sul comodino e sulla scrivania e finirò per dover studiare scomodamente sul letto, solo perché lì non posso lasciarli visto che devo dormirci. È una necessità che ho sempre avuto, perché, ammettiamolo, sono più belli di un testo incorporeo e per una nostalgica come me sono il paradiso che prende forma. Ecco perché ho una wishlist appesa alla bacheca, che si allunga ogni volta che leggo qualcosa che mi piace e vorrei avere con me, da cui in questi giorni spunterò finalmente tre nomi tutti assieme. maze runner il labirintoEh, sì, sto parlando della trilogia di James Dashner, saga per la quale sto trattenendo il fiato dal maggio scorso e che mi ha catturata come pochissime altre volte. Il labirinto La fuga sono i primi due volumi della serie The maze runner che la Fanucci ha deciso di ristampare in occasione dell’uscita del terzo e inedito volume, La rivelazione, e dell’uscita del film tratto dal primo che sto aspettando con un’ansia micidiale e da cui mi aspetto così tanto che non sto neanche a dirvelo. Ricreare la claustrofobia del labirinto e della radura non sarà semplice, così come dar vita all’ineluttabilità del destino dei radurai, alle prese con una lotta per la sopravvivenza ai limiti dell’immaginario e dell’incredibile. downloadRisvegliatisi in un ascensore con la mente divenuta tabula rasa, una manciata di ragazzini, appena teenager, vivono e lavorano assieme per portare a compimento la missione di evadere dal labirinto popolato da inquietanti creature che non esitano a fare a brandelli chi malauguratamente rimane al suo interno al calar della notte. La loro è una piccola società, collaudata su schemi che si mantengono tali da mesi, con l’arrivo di un nuovo sconosciuto ogni trenta giorni. downloadFinché le porte dell’ascensore non lasciano apparire una ragazza, che, appena prima di sprofondare in coma, porta un messaggio spaventoso. La fine è vicina. Creepyssimo. Così creepy che devo averlo, per cui, sì, questi tre bambini saranno miei e ogni tanto aver la Vodafone come operatore dà i suoi buoni frutti, visto che ho tipo quattro buoni da cinque euro da poter utilizzare e coi quali far sclerare i commessi della Mondadori. So che esistono un prequel e una novella che ha luogo tra il secondo e il terzo volume incentrata su Thomas e spero vivamente che la Fanucci decida di regalarci anche questi, perché ne abbiamo bisogno. Oh sì.
The OnePoi, dunque, vediamo, nei giorni scorsi è uscita l’ultima parte della trilogia The selection, di Kiera Cass, le cui copertine sono sempre così belle che andrebbero comprati solo per quelle perché, insomma, quel che c’è dentro non vale esattamente la pena. Sono carini, quel che basta per sopravvivere a un pomeriggio di noia ma da evitare accuratamente se si è in cerca di qualcosa che lasci un’impronta. Difficilmente America, con le sue oscillazioni tra l’amore del passato e quello del presente, non vi farà girar la testa così come difficilmente, una volta aperto, crederete all’etichetta di distopia che troppo in fretta è stata affibbiata alla trilogia. Sfumati i contorni e accennate le questioni di Stato, non ha niente in comune con distopici come Hunger games Divergent, manca l’adrenalina, l’azione e lo spirito di avventura/sopravvivenza tipico dei suoi protagonisti e uno sfondo deciso sul quale si muovono. Se aggiungiamo che l’autrice si è permessa di deridere e offendere qualcuno che su un social network, del tutto liberamente e tranquillamente, aveva espresso la sua opinione negativa circa la serie… Capirete che la mia voglia di far aumentare le sue vendite non è proprio in cima alla lista delle priorità. Ma prima o poi scriverò un post sull’intera trilogia e vedremo meglio lo Uomini&Donne versione royal che è.
downloadUh, quasi dimenticavo: Scommessa d’amore di Katie McGarry, in uscita il 16 e che non vedo l’ora di leggere. Dopo aver adorato, e nemmeno poco, Noah e Echo di Oltre i limiti, posso forse lasciarmi sfuggire l’occasione di sospirare e lasciarmi catturare dai drammi adolescenziali, nonostante abbia passato quel periodo da coff coff qualche anno mese? No, ecco. Beth e Ryan hanno tutte le carte in regola per appassionarmi e non farmi rimpiangere quei due testoni tenerotti di cui devo ricordarmi assolutamente di postare una recensione perché sì. Mentre Beth è fuggita da una madre che merita tale appellativo solo grazie all’anagrafe, Ryan passa le sue giornate a far scommesse con gli amici e l’ultima riguarda proprio la nuova arrivata in paese: dovrà riuscire a uscire con la ragazza più scostante che ci sia a scuola. Quel che però non ha messo in conto è l’attrazione che sentirà crescere nei suoi confronti. Ovvero, è previsto un alto tasso di scintille elettriche che sbucano da ogni dove, per la gioia degli ormoni femminili.
Ho i miei dubbi che questo libro possa superare il primo della serie, ma, ehi, stupitemi pure a vostro piacimento, sono qui per questo!
Cover_Amore e altri effetti collateraliMa il 16 c’è un’altra uscita – Amore e altri effetti collaterali di Julie Murphy – che dalla trama mi ha ricordato molto Colpa delle stelle ma soprattutto Voglio vivere prima di morire di Jenny Downham e che, proprio per questo, devo assolutamente leggere. Alice ha sedici anni quando scopre di avere una rara forma di leucemia; convinta di non avere più possibilità di guarire, decide, con l’aiuto del migliore amico Harvey, di compilare una lista di cose da fare prima di morire e di vendicarsi di quelli che l’hanno fatta soffrire, per un motivo o per un altro. Tuttavia, una volta completata la lista, la malattia va in remissione e Alice si ritrova improvvisamente ad affrontare le conseguenze di ciò che ha combinato, compreso quel che prova per Harvey.
downloadIl 17, invece, due belle cosine in uscita. Per Giunti, il primo della serie The worldwalker della Angelini che ha già catturato la mia attenzione. Dopo aver divorato i primi di Starcrossed con tutta l’intenzione di fiondarmi a tempo record sull’ultimo sperando di evitar la delusione magistrale che qualcuno mi ha annunciato, la trama di Attraverso il fuoco mi ha conquistata facilmente: Salem, cittadina salita agli onori (ed orrori) della cronaca per la sua caccia alle streghe del 1692, è una cittadina all’apparenza normalissima nella quale vive Lily, diciassettenne spesso tormentata da crisi allergiche e febbroni da cavallo che le impediscono una vita come tutti gli altri adolescenti. Una sera, d’improvviso, Lily, dopo aver assistito al bacio tra Tristan, colui che popola tutti i suoi sogni, e un’altra ragazza, preda di un violente convulsioni, esprime il desiderio di sparire e dimenticare la più grande figur di cacca che la sua triste vita le abbia riservato. Et voilà, il suo desiderio viene esaudito: catapultata in un mondo parallelo dominato dalle streghe, in cui si ritrova a dover fare i conti con il suo perfido alter ego, Lillian, Lily dovrà capire come usare i poteri che sembra possedere, mentre un certo bell’affascinante Rowan le scombussola non poco gli ormoni. Mica facile dover riuscire ad annientare la propria rivale se è in tutto e per tutto te, insomma. Sì, esattamente, sono già in febbrile attesa. Datemelo, ORA. download (1)
E lo stesso giorno è attesa l’uscita di Relativity, di Cristin Bishara, nome che non mi dice proprio nulla ma la cui trama mi ha fatto drizzare le antenne non poco per tutte le riflessioni che sembra voler indurre. In pratica, Ruby, dopo la morte della madre, è stata costretta a trasferirsi dalla California in un posto dimenticato da Dio a causa delle nuove nozze del padre, a vivere con una sorellastra così atroce da far rimpiangere Genoveffa e Anastasia e a lasciarsi alle spalle George, suo migliore amico del quale è innamorata. Se potesse, cambierebbe tutto: sua madre sarebbe ancora viva, vivrebbe ancora in California, George saprebbe cosa prova per lui. Se potesse, appunto. E a quanto pare può: in una quercia misteriosa trovata nel bel mezzo di un campo di mais dietro casa, è nascosto un portale spazio-temporale capace di trasportare chi lo attraversa in un’infinita serie di universi paralleli. Come non approfittarne? Ruby si ritrova così a camminare in mondi diversi dai suoi, vuoi per una piccola o per una grande variabile, e ad affrontare una versione di se stessa, delle persone che ama e dei loro rapporti differenti. A dream come true, direbbero i più: ma a che punto fermarsi? Come stabilire di aver trovato l’esatta combinazione di variabili? E, soprattutto, qual è il prezzo da pagare per il mondo perfetto? Sono già catturata, non ho bisogno di ulteriori parole. download (2) Così come non ho bisogno di tanti fronzoli per voler accalappiare Unbreakable di Kami Garcia, co-autrice de La sedicesima luna e di tutte quelle a venire, oibò. Oltre a esser curiosissima di leggere qualcosa di suo per scoprire il suo stile e quindi valutare meglio la Caster chronicles di cui sopra, ho la necessità fisica di capire quanto questo libro assomigli alla serie di Cassandra Clare, nella speranza che la mia sia solo un’impressione dovuta a una trama che si dipana apparentemente da situazioni molto simili. Kennedy, infatti, dopo aver trovato sua madre morta in misteriose circostanze, viene salvata da due tanto affascinanti quanto inquietanti gemelli (Lukas e Jared), che sotto i suoi occhi fanno fuori da uno spirito che la vuole morta. Rivelatisi essere membri della Legione della Colomba Nera, una società segreta di cacciatori di fantasmi che ha il compito di proteggere l’umanità dagli spettri, Kennedy deve rimpiazzare uno dei cinque ragazzi morti la stessa notte di sua madre e quindi ne entra a far parte, senza riuscire a sentirsene veramente coinvolta.
Ora, io sono scettica di natura, però una possibilità gli andrà pur data, insomma, no?
Direi che è tutto, e mica mi sembra poco. Acquisti in vista, anyone? Sentitevi liberi di consigliarmi, ché tanto, si sa, i libri non bastano mai!
Passate un buon weekend, miei piccoli amici silenziosi!

Annunci

2 pensieri su “Sabato shopping! #1

Ciao lettore! Se hai letto il post, mi piacerebbe che lasciassi traccia del tuo passaggio facendomi sapere cosa ne pensi per scambiare due chiacchiere. Ti va?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...